Tesoro esclude cessione quote Eni dopo dichiarazioni De Vincenti

martedì 17 marzo 2015 14:19
 

ROMA, 17 marzo (Reuters) - Il ministero dell'Economia precisa che "non è prevista la collocazione di quote Eni sul mercato".

Lo si legge in una nota diffusa per smentire quanto ha dichiarato Claudio De Vincenti, vice ministro allo Sviluppo economico con delega all'energia, a margine di un convegno.

"Il punto è che deve rimanere una partecipazione di riferimento del pubblico: sono aziende strategiche, comunque, faremo quanto già fatto su Enel anche per Eni", aveva detto De Vincenti.

Contemporaneamente alla nota del Tesoro, De Vincenti ha diffuso un comunicato in cui parla di "misunderstanding".

"La risposta riportata dalle agenzie di stampa sulla eventuale cessione di una quota Eni risente in realtà di un misunderstanding: intendevo infatti riferirmi alla messa sul mercato già realizzata di una quota Enel", si legge nella precisazione del vice ministro.

Il Tesoro ha da poco completato la cessione sul mercato del 5,74% di Enel per 2,2 miliardi circa.

A settembre dello scorso anno il ministero aveva ipotizzato di cedere anche il 4,34% di Eni, opzione poi esclusa.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia