Borsa Usa rimbalza sostenuta da utilities, discesa dollaro

lunedì 16 marzo 2015 19:38
 

16 marzo (Reuters) - Gli indici di Wall Street sono positivi, con le utilities che sostengono il rimbalzo dell'S&P dopo tre settimane consecutive all'insegna del segno meno.

Inoltre l'indebolimento del dollaro rispetto all'euro allenta i timori che un biglietto verde forte possa erodere i profitti delle grandi multinazionali.

L'indice S&P sulle utililities, che di solito registra una buona performance in una situazione di tassi di interesse ridotti, segna +2%.

Gli investitori inoltre tendono gli occhi puntati sulla Federal Reserve che mercoledì potrebbe dare indicazioni sulla tempistica del primo aumento del tasso di interesse in quasi un decennio.

"C'è un po' di sollievo dopo le vendite della scorsa settimana", spiega Joseph Benanti di Rosenblatt Securities a New York.

Intorno alle 19,20 italiane il Dow Jones sale dell'1,16%, l'S&P 500 dell'1,14% e il Nasdaq dell'1,04%.

Tonici i farmaceutici, con l'indice di settore (+1,98%) trainato dal rialzo dal balzo di quasi il 5% di Amgen sulla scia dei promettenti risultati di uno studio di una nuova classe di farmaci per la riduzione del colesterolo.

Salix Pharmaceuticals sale del 2% a 172,79 dollari dopo aver dato l'ok all'offerta di Valeant Pharmaceuticals , salita a 173 dollari per azione. L'accordo include un miliardo di dollari cash in più per gli azionisti e mette fine a una guerra di offerte con Endo International , che ha annunciato di aver ritirato la propria proposta per Salix.

Le azioni di Valeant salgono del 2,3%, mentre Endo avanza del 2,3%.   Continua...