Usa, forti dati lavoro e salari aprono porte a rialzo tassi metà anno

venerdì 6 febbraio 2015 15:14
 

WASHINGTON, 6 febbraio (Reuters) - Il mercato del lavoro Usa ha registrato a gennaio una consistente crescita del numero degli occupati, superiore alle attese, e un rimbalzo dei salari, alimentando le attese di un rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed già a metà anno.

Secondo i dati forniti dal Dipartimento del lavoro, gli occupati non agricoli sono saliti il mese scorso a quota 257.000, sopra le stime di 234.000.

Si tratta dell'undicesimo mese di fila in cui l'economia Usa crea oltre 200.000 posti di lavoro, il periodo più lungo dal 1994.

Il tasso di disoccupazione cresce al 5,7% mentre gli economisti stimavano un tasso stabile del 5,6%. Il leggero aumento del tasso di disoccupazione è legato alla crescita della forza lavoro, segnale di fiducia sul mercato del lavoro.

Il Dipartimento del lavoro ha inoltre rivisto al rialzo i dati di novembre e dicembre aggiungendo 147.000 unità ai dati pubblicati.

I salari orari sono cresciuti di 12 centesimi dopo il calo di 5 centesimi a dicembre, mostrando un rialzo del 2,2% su anno, il maggiore incremento da agosto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia