Borsa Milano prosegue piatta, poco spunti, bene Saipem e popolari

venerdì 6 febbraio 2015 12:30
 

MILANO, 6 febbraio (Reuters) - Seduta al momento piatta a Piazza Affari, e più in generale sulle principali borse europee, con gli operatori che attendono i dati sull'occupazione Usa nel pomeriggio per avere una maggiore direzionalità sui listini.

"Fino alle 14,30, quando saranno noti i dati macro Usa, credo si farà poco", sintetizza un trader.

Intorno alle 12,30 l'indice FTSE Mib cede lo 0,18%, l'Allshare lo 0,16%. Il benchmark europeo Eurofirst300 perde lo 0,28%. Volumi poco sopra un miliardo di euro.

Fra le banche, spicca il balzo di POPOLARE MILANO che guadagna il 2% circa, bene anche il BANCO POPOLARE (+0,5%) e POP EMILIA (+1%). In luce MPS che sale del 2,24%. Raccolte anche le big UNICREDIT (+0,64%), piatta INTESA SP.

Il settore energia è stato rivitalizzato dalla notizia che SAIPEM si è aggiudicata la commessa per il giacimento in Kashagan che prevede la costruzione di due condotte dal valore di 1,8 miliardi di dollari per sostituire quelle esistenti che hanno avuto diversi problemi. Il titolo guadagna l'1,7%. Un analista si attenda, tuttavia, una marginalità contenuta da questi contratti. Il rimbalzo del petrolio fa bene anche a TENARIS che sale dello 0,7%.

ENI cede lo 0,9% (il settore oil&gas perde lo 0,3%, incurante delle indiscrezioni su un possibile spin off della divisione Gas and Power.

Bene FINMACCANICA che sale dello 0,8%, mentre prosegue la lettera su TELECOM che oggi cede l'1,6% sulla scia della discesa da parte di Fossati sotto il 2% del capitale.

Sul fronte del Lingotto, FCA cede l'1,7%, mentre CNH balza dell'1,6%.

Fra i minori svetta MOLESKINE in crescita del 6,4% dopo i risultati ieri relati ai ricavi 2014 e la conferma dei target. Oggi Ubs ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 1,60 euro da 1,5 euro. Bene anche MONDO TV (+5,11%).   Continua...