Italcementi, obiettivo crescita resta Asia e Africa subsahariana - C.Pesenti

giovedì 5 febbraio 2015 15:27
 

MILANO, 5 febbraio (Reuters) - Uscita dalla partita per l'acquisto degli asset messi in vendita da Lafarge e Holcim, il gruppo Italcementi intende proseguire con i piani di crescita ponendosi come target l'area dell'Asia e soprattutto quella dell'Africa subsahariana.

Lo ha detto l'AD del gruppo cementiero, Carlo Pesenti, a margine di un evento.

"Abbiamo come obiettivo sempre l'Asia e, in via prioritaria, l'Africa subsahariana", ha detto Pesenti spiegando che Italcementi è presente in Nord Africa e pertanto "dobbiamo cercare di integrarci con l'Africa subsahariana" dove "ci sono piccoli progetti in giro".

In tema di M&A Italcementi aveva manifestato il proprio interesse a rilevare alcuni degli asset che Lafarge e Holcim hanno dovuto dismettere nell'ambito del loro progetto di fusione e che sono stati poi interamente acquisiti dal gruppo irlandese CRH per 6,5 miliardi di euro, ha spiegato Pesenti.

"L'offerta (di CRH) non ci sorprende anche se le valutazioni fatte sono molto alte, oltre il range che ci saremmo aspettati", dice.

Anche diversi analisti hanno valutato i multipli ai quali CRH ha acquisto gli asset di Lafarge-Holcim, pari ad un rapporto enterprise value/Ebitda di 8,5-8,7 volte, eccessivi.

In ogni caso il nuovo scenario di mercato che si è venuto a creare con la transazione non preoccupa il gruppo bergamasco.

"Niente di drammatico, anzi ci sono opportunità da cogliere lo stesso", ha detto Pesenti.

(Andrea Mandalà) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia