Borse Europa in calo dopo decisione Bce su debito greco

giovedì 5 febbraio 2015 10:51
 

PARIGI/LONDRA, 5 febbraio (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 10,30   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3394,51     -0,62    3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1483,99     -0,22    1368,52
 STOXX BANCHE                 191,4       -0,91    188,77
 STOXX OIL&GAS                306,75      -0,55    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          276,22      -0,07    250,55
 STOXX AUTO                   601,27      1,32     501,31
 STOXX TLC                    359,11      0,63     320,05
 STOXX TECH                   329,63      0,02     312,18
 
    
    Le borse europee sono partite con diffusi ribassi dopo che
la Bce ha deciso di sospendere dalla prossima settimana la
consegnabilità dei titoli di Stato greci a garanzia dei
finanziamenti erogati dall'istituto centrale europeo alle banche
elleniche.
    L'indice di settore delle banche greche alla Borsa di Atene
è crollato stamani del fino al 14% e attorno alle 10,30 quota in
calo del 12,7%, mentre l'indice generale ATG perde il
5,7%.
     Alla stessa ora l'FTSEurofirst 300 è in ribasso
dello 0,3% a 1.483,24 punti.
    Le azioni della greca Alpha Bank perdono il 10% e
quelle della Eurobank scendono del 14,6%. La National
Bank of Greece arretra del 12,3%.
    La mossa della Bce, che significa che la banca centrale
greca dovrà fornire decine di miliardi di liquidità aggiuntiva
di emergenza alle sue banche nelle prossime settimane, è stata
una risposta al fatto che, secondo molti a Francoforte, il nuovo
governo greco intende abbandonare il suo programma di riforme.
    I mercati periferici dell'area dell'euro hanno subito
maggiormente l'ondata di vendite con cali superiori all'1% in
Italia e in Spagna.
    Sul fronte dei risultati societari, BNP Paribas ha
detto che i costi sono saliti per coprire spese per contenziosi,
e le azioni del colosso bancario francese sono in calo del 3,7%.
    Le azioni della casa farmaceutica francese Sanofi 
si muovono invece in controtendenza e salgono sopra il 2,3% dopo
che la società ha detto che nelle prossime settimane verrà
nominato un nuovo amministratore delegato e dopo aver previsto
che la debolezza dell'euro potrà spingere gli utili di
quest'anno.
    Il produttore finlandese di pneumatici Nokian Renkaat
, che ha una importante esposizione verso la Russia, è
balzato in Borsa del 9,8% dopo aver mantenuto invariato il suo
dividendo a 1,45 euro per azione.
    La societa svedese Securitas è in rialzo dell'8%
dopo utili operativi nel quarto trimestre superiori alle attese.
        
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia