Bnp Paribas vede pressione su utile 2016 a causa di tasse,nuove regole

giovedì 5 febbraio 2015 09:06
 

PARIGI, 5 febbraio (Reuters) - Bnp Paribas, dopo aver archiviato il 2014 con risultati che hanno risentito del contezioso negli Stati Uniti, ha messo in guardia che le nuove regole e l'aumento della pressione fiscale nel settore bancario avranno un impatto negativo di 500 milioni sugli utili del 2016.

"Il gruppo affronta un contesto economico e di tassi di interesse in peggioramento", spiega la banca francese in un comunicato.

Bnp Paribas lo scorso 30 giugno ha raggiunto un accordo con le autorità americane che l'ha portata a pagare quasi 9 miliardi di dollari per la violazione dell'embargo contro Sudan e Iran.

La multa ha fatto scendere l'utile netto della banca a 157 milioni di euro nel 2014, contro i 4,82 miliardi di euro del 2013. Nel solo quarto trimestre la banca ha invece registrato un utile netto di 1,3 miliardi, in deciso rialzo rispetto ai 110 milioni dello stesso periodo del 2013, che risentivano a loro volta di accantonamenti per il contenzioso negli Usa.

Il Cda ha comunque deciso di proporre all'assemblea un dividendo di 1,5 euro per azione relativamente al 2014, così come fatto per i due anni precedenti.

Poco dopo le 9, il titolo perde il 2,5%.

  Continua...