Grecia, Bce dovrebbe adottare criteri stringenti per Ela - Weidmann

giovedì 5 febbraio 2015 09:33
 

FRANCOFORTE, 5 febbraio (Reuters) - La Bce dovrebbe adottare criteri stringenti nel concedere fondi d'emergenza alle banche, secondo quanto afferma il governatore della Bundesbank Jens Weidmann.

Ieri la Bce ha deciso di cancellare la deroga che permetteva l'accettazione dei bond greci come collaterale nelle operazioni di finanziamento, costringendo le banche del paese ad affidarsi all'Ela, ovvero la linea di credito emergenziale gestita dalla banca centrale nazionale.

"L'Ela dovrebbe essere concessa solo per il breve termine e per le banche solvibili", dice Weidmann in un'intervista al quotidiano Boerse Zeitung. "La mia visione è che dovremmo applicare requisiti stringenti con l'Ela. Se ci dovessero essere conseguenze per la stabilità finanziaria, allora i politici dovranno essere all'altezza delle loro responsabilità".

"Governi e parlamenti devono prendere decisioni, se e come tenere le banche a galla o se chiuderle. Alla fine questo riguarda i soldi dei contribuenti", aggiunge il banchiere centrale tedesco.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia