BORSE ASIA-PACIFICO - Decisione Bce su Grecia affonda mercati

giovedì 5 febbraio 2015 08:26
 

INDICE                        ORE  8,22    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     480,90       -0,17    467,23
 TOKYO                         17.504,62    -0,98    17.450,77
 HONG KONG                     24.700,12    0,08     23.605,04
 SINGAPORE                     3.403,57     -0,41     3.365,15
 TAIWAN                        9.512,05     -0,02     9.307,26
 SEUL                          1.952,84     -0,51     1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.136,88     -1,17     3.234,68
 SYDNEY                        5.810,98     0,58      5.411,02
 MUMBAI                        28.969,38    0,30     27.499,42
 
     5 febbraio (Reuters) - Gran parte delle borse dell'area Asia-Pacifico
segnano ribassi oggi, dopo che la Banca centrale duropea ha deciso di non
accettare più titoli di Stato greci in cambio di fondi, in quella che è una dura
risposta al tentativo del nuovo governo di Atene di rinegoziare i termini del
pacchetto di salvataggio con i creditori.
    Intorno alle 8,20 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, perde lo 0,15% circa. Ieri era
cresciuto dell'1%.
    L'indice della borsa giapponese, che mercoledì aveva segnato un rialzo del
2%, oggi ha perso circa l'1%.
    Nel corso della notte il costo del greggio è di nuovo sceso raggiungendo uno
dei punti minimi giornalieri. Il greggio Usa è attualmente quotato 48,31 dollari
al barile.
    Anche l'euro ha perso terreno, ed è sceso fino a quota 1,1304 dollari.
Mercoledì la moneta unica europea aveva segnato invece un rialzo fino a 1,1534
dollari.
    Le borse cinesi sono miste, con HONG KONG che si mantiene lievemente
positiva (+0,15%) - Prada perde invece ben il 2,14% - e SHANGHAI che
invece è negativa, in ribasso di oltre l'1,1%. TAIWAN ha invertito la rotta dopo
aver segnato un rialzo dello 0,8% grazie all'accoglienza positiva di un
pacchetto di stimolo, e in fine seduta è praticamente ferma.
    SEUL, che ieri aveva raggiunto il livello massimo da due mesi, oggi perde lo
0,51%, mentre anche la moneta locale, il won, è in calo sul dollaro. Anche
SINGAPORE è in perdita, a -0,44%.
    Positiva invece SYDNEY (quasi +0,6%) per l'undicesima seduta consecutiva,
anche grazie alle buone performance delle banche. E segna un rialzo contenuto
anche MUMBAI, a +0,3%.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia