Btp in rialzo, sale attesa per avvio Qe, Grecia non preoccupa

mercoledì 4 febbraio 2015 12:04
 

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Andamento positivo per il
mercato obbligazionario italiano, che continua a beneficiare,
insieme all'intero comparto della zona euro, dell'annuncio del
piano di quantitative easing della Bce, mentre la saga greca
resta sullo sfondo senza creare particolari preoccupazioni.
    "Il clima resta positivo, non c'è spazio per cambiare trend.
In Grecia gli esiti più estremi sembrano essere stati
scongiurati e comunque le sedute più volatili vengono sfruttate
come opportunità per comprare", dice un dealer di governativi
italiani.
    A favore dell'appetito di rischio, inoltre, giocano le
indicazioni positive arrivate dall'indagine congiunturale
sull'attività del settore privato della zona euro a gennaio, e
le nuove mosse espansive dalla Banca centrale cinese.
    Intorno a mezzogiorno il tasso del decennale italiano
 scende a 1,569% da 1,597% della chiusura di ieri e
lo spread con l'analoga scadenza del Bund è in
lieve calo a 123 punti base da 125 punti di ieri sera. 
    Stamane il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis,
impegnato con il premier Alexis Tsipras in una serie di incontri
con i partner europei, principali creditori di Atene, ha avuto
un confronto con il presidente della Bce Mario Draghi.
    Intervistato da 'la Repubblica', lo stesso Varoufakis, che
ieri ha fatto tappa in Italia, ha ulteriormente profilato una
ripartizione in tre parti del debito, che non prevede alcun
condono. 
    L'accoglienza dei membri della zona euro, hanno riferito
ieri alcuni funzionari, alle proposte del nuovo esecutivo greco
non è stata entusiastica, ma l'estromissione dell'ipotesi
estrema di una cancellazione degli obblighi di Atene ha aperto
le porte a una trattativa per una soluzione condivisa.
    
    SALE ATTESA PER AVVIO QE
    Il mercato ormai vive in attesa dell'avvio del 'quantitative
easing', previsto per il primo marzo. 
    "Ci stiamo avvicinando sempre di più, e ognuno sta cercando
di ribilanciare i portafogli in vista di un evento che non ha
precedenti e di cui le modalità di attuazionenon sono ancora del
tutto chiare", dice un altro dealer.
    Stamane, segnalano gli operatori, è particolarmente
richiesto il tratto breve (2-5 anni) della curva italiana, che
aveva sottoperformato nelle ultime sedute. 
    "Questo perché l'Italia, insieme alla Spagna è uno dei pochi
paesi con un certo spessore di mercato ad offrire dei tassi
positivi su queste scadenze, e si presume che Francoforte non si
caricherà di titoli a tassi sotto zero", spiega il secondo
dealer.
           
 ========================== 11,50 =============================
 FUTURES BUND MARZO                   159,01   (+0,10)   
 FUTURES BTP MARZO                    138,76   (+0,35)   
 BTP 2 ANNI (AGO 16)                  109,678  (+0,049)  0,391%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 108,495  (+0,282)  1,569%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 145,368  (+0,637)  2,571%
 ======================== SPREAD (PB)=========================  
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          143         141
 BTP/BUND 2 ANNI                                 60          62
 BTP/BUND 10 ANNI                               123         125
 minimo                                       122,1       125,8
 massimo                                      125,6       132,7
 BTP/BUND 30 ANNI                               167         168
 BTP 10/2 ANNI                                117,8       118,1
 BTP 30/10 ANNI                               100,2        99,5
 ==============================================================
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia