BORSE ASIA-PACIFICO - A massimi da tre mesi, si guarda a prezzo petrolio

mercoledì 4 febbraio 2015 08:37
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2014
 MSCI ASIA-PAC.                      482,84   +1,36       467,23
 TOKYO                            17.678,74   +1,98    17.450,77
 HONG KONG                        24.678,23   +0,50    23.605,04
 SINGAPORE                         3.414,65   +0,22     3.365,15
 TAIWAN                            9.513,92   +0,69     9.307,26
 SEUL                              1.962,79   +0,55     1.915,59
 SHANGHAI COMP                     3.175,08   -0,93     3.234,68
 SYDNEY                            5.777,34   +1,23     5.411,02
 MUMBAI                           28.974,89   -0,09    27.499,42
    4 febbraio (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono per lo più
positive sulla scia di Wall Street, ma non è chiaro per quanto tempo ancora
durerà il sentiment positivo degli investitori.  Molto dipenderà dal prezzo del
petrolio, se riuscirà a sostenere il recente rally e dare una spinta ai titoli
energetici, allentando i timori per una deflazione globale.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, sale dell'1,36%. Il paniere ha toccato
i massimi da fine ottobre.
    HONG KONG si mantiene lievemente positiva, anche se il sottoindice
finanziario è negativo. Prada -0,43%.
    SHANGHAI ha chiuso in ribasso, ritracciando dall'apertura positiva. Gli
investitori hanno venduto i finanziari dopo che l'indice HSBC/Pmi del settore
dei servizi è aumentato a gennaio ma al ritmo più lento da sei mesi.
    SEUL ha raggiunto il livello massimo da due mesi con l'appetito per il
rischio stimolato dalla proposta della Grecia di mettere fine al braccio di
ferro con i suoi creditori e dalla ripresa dei prezzi del petrolio.
    SYDNEY ha toccato i massimi da quasi sette anni nella decima seduta positiva
consecutiva, il giorno dopo che il taglio dei tassi australiani ha aumentato le
aspettative per ulteriori stimoli monetari.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia