Popolari, Renzi: non torno indietro su voto capitario, pronto a fiducia

martedì 3 febbraio 2015 20:54
 

ROMA, 3 febbraio (Reuters) - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha detto stasera che non intende tornare indietro rispetto alla decisione di eliminare il voto capitario per le prime dieci banche popolari italiane e di essere pronto a mettere la fiducia sul decreto approvato a sorpresa dal suo governo il mese scorso.

Durante la registrazione di Porta a Porta, Renzi ha detto che il Parlamento "può migliorare" il provvedimento ma ha aggiunto di non vedere "alcun elemento per non superare il principio del voto capitario", ossia della regola una testa-un voto che ha limitato la contendibilità delle banche popolari e protetto gli interessi locali che in esse sono rappresentati.

"Io sono pronto a mettere la fiducia", ha detto ancora Renzi.

Il 20 gennaio il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto che impone alle banche popolari con attivi superiori agli 8 miliardi di trasformarsi entro 18 mesi in società per azione e superare così la regola del voto capitario.

Il Parlamento ha 60 giorni di tempo per trasformare il decreto in legge.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia