Telecom It sale dopo stop Patuano su Brasile, ma analisti cauti su valutazione

martedì 3 febbraio 2015 10:31
 

MILANO, 3 febbraio (Reuters) - Telecom Italia prosegue il rialzo interrotto ieri, dopo il rally iniziato a metà gennaio che ha portato le azioni a salire del 20% circa sull'ipotesi che il gruppo si astenesse da iniziative in Brasile, concentrandosi sull'Italia.

Alle 10,20 Telecom Italia è in rialzo dell'1,9% a 1,028 euro con scambi a 25 milioni di pezzi.

Ieri Patuano ha di fatto confermato le attese del mercato, affermando in un'intervista alla stampa brasiliana che questo non è il momento opportuno per attività di fusione o acquisizione in Brasile, cancellando di fatto l'ipotesi integrazione con Oi, almeno per ora.

Il titolo ha reagito con un tipico "sell on news", dopo giorni di rialzo su aspettative nella stessa direzione.

Alcuni analisti considerano che, per ora, il titolo sia arrivato su questi livelli e attendono iniziative su Metroweb o le prime conferme di un migliorato trend del mobile in Italia.

Valutano inoltre positiva un'offerta su Tim Brasil, con un premio consistente rispetto ai valori di mercato e considerano un rischio una fusione con Oi.

Goldman Sachs a metà gennaio, dopo un incontro con l'AD Marco Patuano, scriveva in un report che Telecom non avrebbe preso decisioni sul Brasile a meno che non arrivasse un'offerta sulla controllata Tim Brasil.

Nei giorni successivi sempre Goldman indicava sul titolo spazi di rialzo del 50% sull'ipotesi di una focalizzazione sul mercato interno.

Già a settembre dello scorso anno, con il diffondersi delle voci su un'offerta di Telecom Italia su Oi, diverse fonti avevano detto a Reuters che era improbabile un'acquisizione a breve o a medio termine, principalmente a causa dell'elevato debito della società brasiliana.   Continua...