PUNTO 2-Banzai, Ipo vale fino 136 milioni, flottante al 39,4%

lunedì 2 febbraio 2015 14:20
 

(Aggiunge dettagli da prospetto informativo)

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Parte oggi l'Ipo di Banzai che punta a raccogliere fino a 136 milioni di euro in un'offerta dedicata esclusivamente a investitori istituzionali. La società, che dalla sua nascita non ha mai chiuso un esercizio in utile, intende portare in borsa fino al 39,4% del capitale e viene valorizzata (prima dell'aumento di capitale) fino a 277 milioni di euro.

Come spiegato nel prospetto informativo, la quotazione consentirà di dare al gruppo, attivo nell'e-commerce e nell'editoria verticale online in Italia, maggiore visibilità e accesso ai mercati dei capitali. I proventi dell'aumento di capitale (pari a metà dell'offerta in caso di integrale sottoscrizione) saranno usati in futuro per attività di acquisizione clienti e promozione, per implementare piattaforme di fullfilment e distribuzione e per il miglioramento dei servizi offerti ai clienti.

All'inizio del prospetto informativo si mette in evidenza che Banzai, sin da quando è stata costituita, ha chiuso gli esercizi in perdita e che l'andamento economico del gruppo nel triennio 2011-2013 e nei nove mesi al 30 settembre 2014 è stato negativo.

"Le attività del gruppo sono attualmente in fase di sviluppo e, pertanto, non è possibile prevedere se e quando la società raggiungerà il punto di pareggio economico e se e quando sarà in grado di generare utili e di distribuire dividendi", si legge nel documento.

La società stima di chiudere il 2014 con un risultato ante imposte negativo per 2,1-3,1 milioni , rispetto alla perdita di 3,16 milioni del 2013. Il trend dei ricavi è invece di crescita.

Al 30 settembre l'indebitamento finanziario netto del gruppo era pari a 5,2 milioni e il rapporto tra indebitamento finanziario netto ed Ebitda era pari a 4,3 volte.

Il range di prezzo dell'offerta di azioni è stato fissato a 6,75 a 8,50 euro per azione, corrispondente a una valorizzazione della società pre-aumento pari a 220-277 milioni di euro e di 274-345 milioni post aumento. Sulla base di tale intervallo, il multiplo EV/Ebitda riferito alle stime per il 2014 è compreso tra un minimo di 64,4 volte e un massimo di 80,7 volte, multiplo che però la società ritiene scarsamento significativo. La società ritiene più indicativo il multiplo EV/Sales, usato per le società di e-commerce.

L'offerta parte oggi, 2 febbraio, e si concluderà l'11 febbraio. Il collocamento istituzionale riguarderà 16 milioni di azioni ordinarie, metà provenienti da un aumento di capitale e metà dalla vendita da parte degli azionisti, in particolare di Arepo BZ, che fa capo a Sator. Verrà data priorità all'aumento di capitale fino alla raccolta di 50 milioni di euro.   Continua...