30 gennaio 2015 / 12:07 / 3 anni fa

Rcs, boom di volumi a gennaio mentre si avvicina rinnovo Cda, liste entro 29/3

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Rcs chiude il mese con un boom di volumi, pari nel complesso a oltre l'11% del capitale, nonostante un modesto flusso di notizie.

E' difficile non collegare l'attenzione sul titolo, cresciuta di settimana in settimana, all'avvicinarsi della doppia scadenza di Cda e direttore del Corriere della Sera, tasselli di un unico puzzle che non ha ancora trovato la sua forma per la distanza di posizioni tra i soci.

E intanto iniziano a circolare voci di mani forti sul mercato. Qualcuno le bolla come "bufale montate ad arte", altri sottolineano che con tanti azionisti in uscita l'ingresso di un nuovo socio "industriale" sarebbe molto importante.

Impossibile avere per ora conferme o smentite credibili, tanto meno commenti ufficiali dai tanti soggetti coinvolti, resta il fatto dell'intensificarsi anomalo degli scambi, che potrebbe anche essere solo frutto di pura speculazione dato che battaglie e colpi di scena non sono una novità nella storia del gruppo.

Solo questa settimana sono passati di mano circa 23 milioni di pezzi, pari a più del 4% del capitale; negli ultimi cinque giorni sono stati scambiati in media 5,2 milioni in ogni seduta, a fronte dei 2,4 milioni registrati quotidianamente negli ultimi 30 giorni e dei ben più modesti 1,8 milioni giornalieri trattati in media negli ultimi tre mesi.

A gennaio il titolo è salito del 14%, sostanzialemente in linea con il trend di settore. Anche gli altri gruppi media hanno registrato un incremento dei volumi, ma non paragonabile.

Oggi, intorno alle 13, sale dell'1,2% con 1,3 milioni di titoli scambiati.

LISTE ENTRO 29 MARZO, ANCORA INCERTO SE UNA UNICA O NO

E' dallo scorso luglio scorso che si sa che Ferruccio de Bortoli lascerà la guida del Corriere il 30 aprile dopo forti contrasti con l'azienda. Il Cda, precisa oggi il calendario finanziario, dovrà essere rinnovato con l'assemblea del 23 aprile. Quindi, in base allo statuto, le liste dovranno essere presentate entro il 29 marzo.

Nonostante siano scadenze note, la soluzione al momento non è stata trovata. Anzi, l'AD di Unipolsai Carlo Cimbri (socio Rcs al 4,6% secondo Consob) ha ufficializzato di recente ciò che molti sospettavano, ossia che la scelta del nuovo direttore sarà fatta dal nuovo Consiglio, nonostante le intenzioni dichiarate dall'attuale Cda a luglio e ancora a fine novembre da John Elkann (presidente Fca e primo azionista Rcs), che in quell'occasione aveva anche ribadito la sua fiducia all'AD Pietro Scott Jovane.

Certamente i soci hanno iniziato a lavorarci e l'impressione è che le posizioni siano ancora distanti tra chi auspica un Cda all'insegna della continuità e chi ipotizza un ritorno all'antico, con i soci più direttamente rappresentati, tra chi è favorevole ad un avvicendamento di rottura alla guida del Corriere e chi suggerisce una soluzione interna protempore per dare il tempo a tutti i soci di contarsi e di pesarsi.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below