PUNTO 2-Mps cede oltre 7%, pesano indiscrezioni su maggior aumento capitale

venerdì 30 gennaio 2015 15:54
 

(aggiunge dettagli, commenti, aggiorna quotazioni)

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Mps, rientrato dall'asta di volatilità, scivola nel pomeriggio di oltre il 7% sull'ipotesi di incremento dell'aumento di capitale da 2,5 a 3,5 miliardi di euro.

Il titolo è tornato sotto forte pressione da mercoledì, da quando cioè è caduto il divieto Consob sulle vendite allo scoperto. Dopo aver perso circa il 10% nelle ultime due sedute, oggi cede intorno alle 15,50 il 7,6% con volumi pari a circa 2,5 volte la media di un'intera seduta.

Secondo le regole Ue sullo short selling, le autorità nazionali che vigilano sui mercati possono introdurre divieti temporanei solo se il titolo in questione scende oltre il 10% nell'arco di una seduta. In quel caso l'Autorità può valutare se introdurre il divieto e ne fa proposta all'Esma (l'autorità europea che raccoglie le 26 istituzioni nazionali, come Consob). Se entro un'ora non ci sono obiezioni la misura viene attuata.

Fonti della commissione dicono che l'andamento di Mps viene seguito con attenzione.

Il mercato è in lieve calo come l'indice delle banche europee in lieve calo.

Due fonti hanno detto ieri a Reuters che la banca sta valutando la possibilità di alzare l'ammontare della ricapitalizzazione di un miliardo rispetto ai 2,5 miliardi già programmati, anche se l'istituto non ha ancora preso una decisione definitiva in questo senso.

La banca ha detto di voler colmare con un piano che prevede un aumento fino a 2,5 miliardi, lo shortfall da 2,1 miliardi emerso a fine ottobre con lo stress test della Bce.

Una persona vicina alla banca ha detto che quell'ammontare è ancora l'obiettivo.   Continua...