Cucinelli, socio maggioranza Fedone avvia accelerated bookbuilding su 5,14%

giovedì 29 gennaio 2015 17:55
 

MILANO, 29 gennaio (Reuters) - Fedone ha avviato la cessione di una quota del 5,14% di Brunello Cucinelli attraverso una procedura di accelerated book building riservata a investitori istituzionali.

Lo dice una nota aggiungendo che l'attività di book building viene avviata immediatamente e Fedone - che secondo il sito Consob controlla il 61,5% circa del gruppo del cashmere - si riserva il diritto di chiudere il collocamento in qualsiasi momento.

"La finalità dell'operazione è la raccolta di risorse a sostegno dell'annunciato progetto per la bellezza, per la valorizzazione del nostro amato territorio e la dignità della nostra terra. Saranno quindi realizzati tre parchi ai piedi dell'antico borgo medievale di Solomeo, in collaborazione con la Fondazione Brunello e Federica Cucinelli", commenta nella nota Brunello Cucinelli, presidente e AD dell'omonima società e di Fedone.

BofA Merrill Lynch agisce in qualità di 'sole bookrunner' per l'operazione.

Fedone comunica, inoltre, di aver concluso contratti di acquisto di azioni Cucinelli con Fundita Srl e Progetto Novantuno Srl, società controllate rispettivamente da Giovanna Manfredi e da Moreno Ciarapica, amministratori e dirigenti da più di vent'anni del gruppo. I contratti, condizionati al completamento del collocamento istituzionale, hanno a oggetto quote di minoranza dei rispettivi pacchetti azionari detenuti da Fundita e da Progetto Novantuno e, precisamente, 0,51% e 0,07% del capitale. Le azioni saranno acquistate da Fedone alle stesse condizioni della cessione di azioni agli investitori istituzionali nell'ambito del collocamento.

Fedone conferma il proprio impegno a mantenere il controllo della società nel lunghissimo periodo, sottolinea il comunicato.

Nell'ambito dell'operazione, Fedone ha assunto un impegno di lock-up (da cui può essere liberato se vi fosse il consenso del sole bookrunner) relativo alle azioni della società che resteranno di sua proprietà al termine del collocamento per la durata di 365 giorni. A loro volta, Fundita e Progetto Novantuno hanno assunto nei confronti di Fedone un impegno di lock-up per la stessa durata rispetto alle azioni della società che resteranno di loro proprietà.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su   Continua...