RPT - BREAKINGVIEWS-L'Italia mostra alla Germania la via per riformare le banche

mercoledì 28 gennaio 2015 12:39
 

(Elimina refuso in Byline)

di Olaf Storbeck

LONDRA, 28 gennaio (Reuters Breakingviews) - L'Italia offre alla Germania un esempio per sistemare le sue traballanti Landesbanken. Il piano di riforma delle banche popolari di Roma mostra cosa riesce a fare un governo riformista che va a braccetto con il nuovo severo regolatore del sistema bancario dell'eurozona. Ora occorre vedere se Daniele Nouy, la presidente del nuovo meccanismo di vigilanza unica (SSM), andrà a fondo della questione.

Le sei Landesbanken, banche regionali il cui controllo è ripartito tra gli Stati federali tedeschi e le locali Sparkassen, casse di risparmio, sono l'anello debole del sistema finanziario tedesco. Dal 2005, quando Bruxelles ha spinto la Germania ad eliminare il finanziamento statale a basso costo, queste banche mancano di un sostenibile modello di business. Una disastrosa avventura nella finanza strutturata prima del 2008 fu risolta solo con miliardi di euro presi dalle tasche dei contribuenti.

Con le banche dei paesi periferici ancora in difficoltà, Nouy potrebbe mettere il dossier delle Landesbanken in fondo alla pila delle cose da fare. La peggiore, la WestLB, è stata smantellata ed altre hanno ristretto i loro bilanci.

Affrontare le Landesbanken significa andare a fare la guerra ai politici locali degli Stati tedeschi, prospettiva non proprio piacevole per l'istituzione della vigilanza unica basata a Francoforte.

Ma anche un approccio basato sul laissez-faire porta con sè dei rischi. Le Landesbanken hanno attivi totali per 1.100 miliardi di euro: il 15% dell'intero settore in Germania. I dati della Bundesbank mostrano che sono le banche meno redditizie tra quelle tedesche e la cosa potrebbe anche peggiorare con i bassi tassi di interesse che erodono i futuri margini. Se una di queste dovesse crollare sarebbe poi la Bce a portarne la responsabilità dal momento che, negli stress test dello scorso ottobre, le Landesbanken se la sono cavata.

Nouy ha gli strumenti per agire. L'SSM potrebbe sostenere che per coprire i loro rischi operativi le Landesbanken hanno bisogno di un cuscino di capitale addizionale, cosiddetto di secondo pilastro, superiore a quanto indicano i loro modelli interni. Questo potrebbe spingerle a cercare capitali ulteriori, che nè il governo tedesco nè le casse di risparmio regionali vorrebbero fornire. Al limite, Nouy potrebbe utilizzare la nuova legge europea sulla risoluzione delle crisi bancarie per arrivare alla fusione di una Landesbank con una banca universale.

Probabilmente una vera soluzione al problema delle Landesbanken non ci sarà a breve. Ma Nouy ha dimostrato di essere capace di alzare la voce quando serve. E dirigere la sua potenza di fuoco sul ventre molle della Germania sarebbe il miglior fiore all'occhiello della nuova vigilanza unica.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia