Ei Towers e Cairo rivedono leggermente termini accordo su multiplex

mercoledì 28 gennaio 2015 09:25
 

MILANO, 28 gennaio (Reuters) - Ei Towers e Cairo Communication hanno sottoscritto gli accordi per la realizzazione e la gestione di un nuovo multiplex nazionale, che prevedono valori leggermente più bassi di quelli previsti dal term sheet del 16 giugno scorso.

I nuovi corrispettivi riconosciuti a Ei Towers prevedono infatti 11,5 milioni complessivi per il triennio della fase transitoria e, a partire dal 2018, 16,3 milioni l'anno.

Gli accordi di giugno prevedevano 14 milioni per il primo triennio e poi 18,3 milioni l'anno a partire dal 2018.

"I valori sono di poco inferiori a quanto contenuto nel term sheet e, di conseguenza, avranno un impatto non significativo sui target di piano 2015-2018 del gruppo EIT", spiega la controllata di Mediaset in una nota, aggiungendo che l'accordo con Cairo consentirà "di allungare significativamente la vita media del proprio portafoglio contratti e, a regime, di accrescere la marginalità sfruttando la leva tipica dei tower operator".

"Con la realizzazione del Mux, il gruppo Cairo Communication diventerà attivo anche come operatore di rete e potrà disporre in autonomia di una capacità trasmissiva di circa 22,4 Mbit/s -rispetto agli attuali 7,2 Mbit/s affittati - utilizzabili per trasmettere i canali La7 e La7d dal 1 gennaio 2017 e per trasmettere nuovi canali che il gruppo intendesse lanciare ed eventualmente per l'affitto a terzi già a partire dal 2016", spiega Cairo.

I clienti Reuters possono leggere i comunicati integrali cliccando su

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia