BORSE ASIA-PACIFICO - Indici tengono su speranze Fed

mercoledì 28 gennaio 2015 08:46
 

INDICE                        ORE  8,35    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        482,67     0,09       467,23
 TOKYO                         17.795,73     0,15    17.450,77
 HONG KONG                     24.852,71     0,18    23.605,04
 SINGAPORE                      3.410,84    -0,04     3.365,15
 TAIWAN                         9.510,92    -0,11     9.307,26
 SEUL                           1.961,58     0,47     1.915,59
 SHANGHAI COMP                  3.306,54    -1,38     3.234,68
 SYDNEY                         5.552,78     0,10     5.411,02
 MUMBAI                        29.616,57     0,15    27.499,42
 
   28 gennaio (Reuters) - Le borse asiatiche mostrano di tenere oggi, con gli
investitori che sperano che dal meeting della Fed esca un approccio moderato,
mentre ci sono segnali di un impatto negativo del rafforzamento del dollaro sui
risultati societari.
    Qualche sollievo è arrivato da Apple, che ha annunciato vendite
record sopra le attese, e da Yahoo che ha guadagnato oltre il 6%
nell'after hours sul piano di cessione del suo 15% nella cinese Alibaba Group
Holding.
    Le borse europee dovrebbero riprendere il rally legato al piano di stimolo
della Bce.
    Intorno alle 8,35 italiane l'indice MSCI dei principali
listini al di fuori del Giappone guadagna lo 0,09%. L'indice Nikkei di
Tokyo ha chiuso a un nuovo massimo da un mese a +0,2%.
    "Il quantitative easing della Bce è stato molto potente. I mercati asiatici
hanno visto l'arrivo ingente di fondi. La caduta dei prezzi del greggio ha
ridotto il rischio inflazione, consentendo a molte banche centrali nei mercati
emergenti di allentare le politiche", ha commentato Yukino Yamada, senior
strategist di Daiwa Securities.    
    In controtrend SHANGHAI, in deciso calo sui timori di una stretta
della liquidità, su un una nuova diminuzione dei prezzi del petrolio e sulla
preoccupazione che le autorità cinesi si stiano concentrando maggiormente
sull'insider trading.
    HONG KONG tiene, puntellata dal settore telecomunicazioni, con China
Mobile in rialzo di quasi l,2%. Prada guadagna il 3,6%.    
    In calo SINGAPORE, dopo un iniziale rialzo legato a un inatteso
allentamento della politica monetaria che aveva sollevato il sentiment.
    Ha chiuso in territorio negativo TAIWAN, con i titoli dei fornitori
di Apple come Taiwan Semiconductor Manufacturing, Advanced
Semiconductor Engineering e Largan Precision in calo
nonostante il gigante Usa abbia annunciato una crescita sopra le attese e
vendite record della linea iPhone.
    SYDNEY ha chiuso in territorio positivo per la quinta seduta
consecutiva, con i bancari che hanno recuperato le perdite.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia