26 gennaio 2015 / 13:07 / tra 3 anni

PUNTO 1-Risparmio gestito raccoglie quasi 129 mld in 2014,fondi a nuovi max da '99

(Aggiunge dettagli da comunicato, commento)

MILANO, 26 gennaio (Reuters) - Il sistema del risparmio gestito in Italia archivia il 2014 con afflussi netti circa doppi rispetto al 2013 e pari a 128,6 miliardi, un patrimonio che sfiora i 1.580 miliardi di euro e il migliore risultato per i fondi aperti dal 1999 (+86,8 miliardi). Dicembre porta infatti altri 8,95 miliardi di euro nel sistema con le gestioni collettive - prevalentemente fondi aperti - sottoscritte per 5,57 miliardi e i mandati per 3,38 miliardi.

E’ quanto reso noto oggi da Assogestioni, che precisa la natura preliminare dei dati.

I flessibili si confermano anche nel 2014 la categoria di fondi preferita con afflussi complessivi per 41,6 miliardi, seguiti a distanza dagli obbligazionari, che incassano 28 miliardi circa. Bilanciati e azionari archiviano l‘anno con una raccolta rispettivamente pari a 10,76 e 8,3 miliardi. Bilancio in rosso per circa 2,9 miliardi solo per i monetari al termine di un anno che vede raccolta netta positiva anche per gli hedge (763 milioni).

Guardando al 2015 J.P. Morgan Asset Management punterà su obbligazionari flessibili, azionari che utilizzano strategie più simili a quelle hedge - per esempio “long/short” - e multiasset specializzati sui mercati emergenti.

“Il mercato è molto difficile e richiede un approccio molto professionale, flessibile e opportunistico”, osserva il Country Head per l‘Italia, Lorenzo Alfieri.

Nel 2014 i fondi multiasset hanno pesato per il 60% delle vendite della casa americana in Italia, gli obbligazionari flessibili per il 20% e gli azionari per il resto.

“Nel 2014 è proseguito il forte interesse della clientela italiana per i prodotti flessibili con un maggiore attenzione, rispetto al 2013, per quelli obbligazionari confermando una predilezione verso la versione che stacca il dividendo”, ha detto ancora Alfieri, ricordando anche la domanda per fondi azionari soprattutto europei.

Tornando ai dati del sistema i mandati istituzionali, che pesano più dei fondi sul patrimonio complessivo, archiviano l‘anno con sottoscrizioni circa raddoppiate rispetto al 2013 e pari a 31,7 miliardi.

Fra i gestori il gruppo Intesa Sanpaolo continua a distinguersi per raccolta, vedendo affluire il mese scorso complessivi 2,86 miliardi di euro. Il suo patrimonio è lievitato in un anno sopra i 300 miliardi dai circa 250 miliardi di fine 2013, una porzione degli asset complessivi che passa al 19,8% dal 19,4%. La leader dell‘industria Generali (Aum oltre 400 da 350 miliardi con una quota di mercato che resta intorno al 27%) raccoglie 1,77 miliardi a dicembre, seguita dalla numero tre per asset under management, Pioneer Investments (878 milioni circa).

Fra i gruppi con masse superiori al 2%, Poste Italiane l‘anno scorso ha visto aumentare la propria quota di mercato al 3,8% dal 3,3% del 2013.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below