Bce, Qe comporta rischi, non è strumento come altri - Weidmann

venerdì 23 gennaio 2015 13:45
 

BERLINO, 23 gennaio (Reuters) - In un'intervista che apparirà domani su 'Bild' il presidente della Bundesbank Jens Weidmann critica la decisione della Banca centrale europea per il varo del piano di quantitative easing, che rappresenterebbe una minaccia per l'indipendenza dell'istituto centrale europeo.

"Il programma di acquisto bond non è uno strumento come tutti gli altri nell'unione monetaria. Comporta dei rischi", sottolinea Weidmann, che siede nel direttivo della Bce, secondo quanto si legge in un estratto dell'intervista.

Alla domanda se la Bce restrerà indipendente come lo era la Bundesbnak ai tempi del marco tedesco, Weidmann ha risposto: "Il punto della questione è che, con il nuovo programma, le banche centrali del sistema Bce diventeranno tra i principali creditori della zona euro. Questo comporta il rischio che le politiche di consolidamento fiscale vengano messe da parte. E potrebbe aumentare la pressione politica su di noi perché manteniamo i costi di finanziamento bassi per un lungo periodo di tempo".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia