Forex, euro in forte discesa su QE, a minimi da oltre 11 anni su dlr

venerdì 23 gennaio 2015 14:47
 

NEW YORK, 23 gennaio (Reuters) - Prosegue nella seduta di oggi il forte movimento ribassista dell'euro, innescato dall'annuncio di ieri del piano di quantitative easing della Bce.

La valuta unica è arrivata a perdere nella sola seduta odierna fino a due figure e mezzo nei confronti del dollaro, facendo segnare la flessione intraday più ampia mai registrata dal novembre del 2011.

L'euro/dollaro ha toccato un minimo di seduta poco dopo le ore 13 a 1,1115, il livello più basso da settembre del 2003, salvo poi rimbalzare lievemente nel primo pomeriggio in area 1,12.

Contemporaneamente l'euro è arrivato a deprezzarsi fin oltre il 2% sullo yen, a quota 130,90, minimo da 16 mesi. Anche in questo caso l'euro è risalito leggermente nel primo pomeriggio, sopra 132.

"La struttura sostanzialmente aperta del quantitative easing è il punto centrale secondo la mia opinione. Anche se l'idea è che il programma duri fino a settembre 2016, in realtà non si tratta di un termine scolpito nella pietra" spiega Jesper Bargmann di Nordea Bank.

D'altra parte neanche le indicazioni positive giunte stamattina dal fronte economico, dai Pmi preliminari di gennaio di zona euro e Germania, sono riuscite ad allentare la pressione sulla valuta unica .

Gli operatori ricordano tuttavia che un nuovo importante test per l'euro si avrà già all'inizio della prossima settimana, con la reazione all'esito delle elezioni politiche greche di domenica.

Un successo della sinistra di Syriza, come indicano i sondaggi, potrebbe rimettere in discussione i rapporti tra Atene e i sui creditori internazionali, alimentando nuovamente le tensioni finanziarie all'interno dell'area euro.

  Continua...