Borsa Usa positiva dopo Bce, anche se pesano trimestrali deludenti

giovedì 22 gennaio 2015 16:52
 

NEW YORK, 22 gennaio (Reuters) - L'azionario Usa è in lieve rialzo, nonostante l'annuncio della Bce sull'avvio del QE per stimolare l'economia dell'area euro, penalizzato da alcuni risultati deludenti da parte delle società Usa.

La Bce ha deciso che comprerà titoli di Stato fino a 60 miliardi di euro al mese, oltre le attese, in un programma che inizierà a marzo per terminare a settembre 2016.

Il mercato Usa si è mostrato volatile mentre parlava il presidente della Bce, Mario Draghi, fluttuando fra solidi guadagni e modeste perdite, mentre in Eruopa in mercati sono in deciso rialzo.

"La notizia è stata ampiamente anticipata e già digerita dal mercati e, inoltre, il fatto che saranno acquistati più bond di quelli previsti vuol dire che le condizioni sono peggiori di quanto si pensava", osserva un trader.

Intorno alle 16,50 il Dow Jones guadagna lo 0,45% a 17.632 punti, mentre il Nasdaq avanza dello 0,53% a 4.691 punti. L'indice S&P500 cresce dello 0,56% a 2.043 punti.

Verizon Communications cede il 2,7% a 46,9 dollari dopo essere scivolata in rosso nell'ultimo trimestre, mentre i ricavi sono in crescita del 6,8%.

Giù anche American Express he cede il 4,3% il giorno seguente l'annuncio che taglierà oltre 4.000 posti di lavoro quest'anno mentre salgono gli accantonamenti per i crediti difficili.

Sul fronte dei rialzi Travelers Cos guadagna l'1,6% a 106,7 dollari dopo l'annuncio di un balzo dei profitti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia