Bce conferma tassi, costo denaro invariato a 0,05%

giovedì 22 gennaio 2015 13:45
 

FRANCOFORTE, 22 gennaio (Reuters) - In linea con le attese di mercato e analisti l'istituto centrale di Francoforte ha confermato il costo del denaro sull'attuale 0,05%, minimo storico raggiunto a settembre.

Il tasso sui depositi marginali resta a -0,2% e quello sui prestiti straordinari a +0,3%.

Pubblicati rispettivamente giovedì scorso e lunedì, gli ultimi sondaggi condotti da Reuters sia tra gli analisti - i cosiddetti 'Ecb watcher' - sia tra gli operatori di mercato sono intanto dedicati non all'ampiamente scontata decisione sui tassi quanto alle nuove misure non-standard attese dalla conferenza stampa di Mario Draghi.

Riunitosi ieri, il consiglio esecutivo avrebbe proposto uno schema di sottoscrizione di titoli del Tesoro pari a 50 miliardi al mese, di cui appare però incerta la durata.

Gli oltre 50 economisti sondati vedono una probabilità media del 90% che Francoforte vari un 'quantitative easing' sui titoli di Stato. Per la giornata di oggi l' ipotesi data al 70%, mentre che una probabilità del 20% è data all'annuncio al meeting di marzo.

Quanto ai trader, 18 su 20 degli interpellati proiettano l'annuncio per oggi. L'importo di 600 miliardi indicato dalla mediana si rivelerebbe però - dicono 14 su 18 - insufficiente a far risalire l'inflazione all'obiettivo di 'inferiore ma prossimo' a 2%, rispetto al tasso annuo negativo di 0,2% visto a dicembre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia