Borsa Milano piatta attende meeting Bce, volano popolari dopo decreto

mercoledì 21 gennaio 2015 12:24
 

MILANO, 21 gennaio (Reuters) - Piazza Affari si trascina stancamente a fine mattina mentre gli investitori preferiscono aspettare l'esito della riunione della Bce di domani, in cui dovrebbe essere varato il QE, prima di dare una direzione al mercato.

Tiene banco il tema banche popolari dopo il decreto del consiglio dei ministri che prescrive a dieci istituti con attivi oltre 8 miliardi la trasformazione in spa entro 18 mesi, mossa che apre scenari di consolidamento e le porte all'arrivo di investitori internazionali.

Alle 12,20 l'indice FTSE Mib e l'Allshare sono piatti. Deboli Parigi e Francoforte , positiva Londra. Volumi per 1,33 miliardi di euro.

Le popolari oggetto del decreto sono tutte in forte rialzo: BANCA ETRURIA balza del 18,58%, ma non sono così da meno POP SONDRIO (+6,78%) e CREVAL (+7,39%). Nel listino principale brillano POP EMILIA (+4,71%), BANCO POPOLARE (+4%), mentre restano un passo indietro UBI (+1,11%) e POP MILANO (+2,73%).

Un altro tema del giorno riguarda TI MEDIA : ieri alle voci stampa di un delisting la controllante Telecom ha risposto dicendo che nessuna decisione è stata presa e che le opzioni verranno valutate con il piano industriale. Per gli analisti l'ipotesi delisting è sensata.

Vola SAIPEM : oggi un quotidiano ipotizza che la società possa correre per la maxi commessa legata a Turkish Stream, il progetto alternativo a South Stream di Gazprom.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia