Btp virano in positivo su attese 'qe', spread su Bund a 125 pb

martedì 20 gennaio 2015 11:59
 

MILANO, 20 gennaio (Reuters) - - Dopo un'apertura in calo,
il secondario italiano vira in positivo, in linea con buona
parte della periferia, a metà di una seduta influenzata dalle
attese per i dettagli sul programma di acquisto di titoli di
Stato targato Bce che dovrebbe vedere la luce al meeting di
dopodomani.
    Se da un lato il mercato dà per scontato il lancio del
cosiddetto 'quantitative easing', i dubbi degli operatori si
concentrano su modalità, tempistica e ammontare del programma. 
    Ieri fonti vicine al dibattito hanno riferito di tentativi
dell'ultimo minuto da parte di Bundesbank, dichiaratamente
contraria al 'qe', di annacquarlo e ritardare la decisione sugli
aspetti più decisivi. Per la numero uno Fmi Christine Lagarde,
al contrario, esiste un'elevata correlazione tra efficienza del
programma e la mutualizzazione dei rischi.
    La prospettiva sempre più concreta di un 'qe' alimenta un
clima di appetito per il rischio, in cui il rendimento del
benchmark italiano a 10 anni scambia non lontano dai minimi
storici.
    Attorno alle 12, il differenziale di rendimento tra
benchmark italiani e tedeschi sul tratto a 10 anni è indicato a
125 punti base dai 129 dell'avvio. In parallelo, il tasso del 10
anni rende l'1,64% dall'1,67% dei primi scambi e non lontano dal
minimo storico di 1,63%.
    "Quello di oggi è un mercato che si muove molto, in attesa
del meeting Bce il cui esito offrirà margine per un
ritracciamento o un rialzo a seconda dell'ammontare del
programma e delle tempistiche. Va inoltre detto che il meeting
Bce si svolge prima delle aste italiane della settimana
prossima, relativamente pesanti, dopo il collocamento via
sindacato del nuovo 30 anni e il lancio del nuovo 10 anni
spagnolo. Se il mercato avesse dubbi sul 'qe', con un'offerta
così abbondante ci sarebbe mangine per un forte ritracciamento",
spiega un operatore di una banca italiana. 
    Sul fronte offerta, stamane la Spagna ha collocato 5,05
miliardi in titoli di Stato a 6 e 12 mesi registrando rendimenti
in calo. Madrid inoltre ha lanciato il nuovo
decennale via sindacato, con un rendimento fissato a 92 punti
base sopra il tasso midswap. 
    Quanto al nuovo 5 anni tedesco, in asta domani, la
Bundesbank ha comunicato che la cedola sarà pari a zero.
 
    Sul fronte macro, l'indice Zew che misura la fiducia
nell'economia tedesca ha accelerato a gennaio per il terzo mese
consecutivo a 48,4 dal 34,9, superando ampiamente le stime di
40,0 e attestandosi ai massimi da febbraio 2014. Relativamente
all'Italia, lo stesso indice si è portato a 17,3 punti, in
aumento di 7,2 dai 10,1 di dicembre. 
 
 ========================== 12,00 =============================
 FUTURES BUND MARZO                   157,69   (-0,08)   
 FUTURES BTP MARZO                    137,48   (+0,16)   
 BTP 2 ANNI (AGO 16)                  102,151  (+0,032)  0,361%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 107,787  (+0,170)  1,647%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 132,621  (+0,091)  3,089%
 ======================== SPREAD (PB)=========================
    
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          141         140
 BTP/BUND 2 ANNI                                 55          58
 BTP/BUND 10 ANNI                               125         129
 minimo                                       125,0       122,0
 massimo                                      129,7       130,4
 BTP/BUND 30 ANNI                               198         199
 BTP 10/2 ANNI                                128,6       126,8
 BTP 30/10 ANNI                               144,2       142,7
 ==============================================================
    
 
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia