PUNTO 1-Cina rafforza presenza in Italia con ingresso PBOC in Terna

venerdì 16 gennaio 2015 18:05
 

(aggiunge dettagli, background)

MILANO, 16 gennaio (Reuters) - People's Bank of China (PBOC) ha rafforzato la sua presenza in Italia con l'acquisto del 2,010% del capitale di Terna, operatore di reti per la trasmissione di energia, partecipazione che si affianca a quelle già rilevate in altre grandi società italiane.

L'anno scorso la banca centrale cinese era entrata con poco più del 2% in Eni, in Assicurazioni Generali e in Fiat.

Oggi Consob, nelle consuete comunicazioni sulle partecipazioni rilevanti, ha detto che il 9 gennaio PBOC ha comprato il 2,01% di Terna, pacchetto che vale circa 150 milioni di euro agli attuali prezzi di Borsa.

Terna è controllata da Cassa depositi e prestiti (Cdp) attraverso Cdp Reti, holding cui fa capo anche il pacchetto di controllo della rete gas di Snam.

L'anno scorso State Corporation of China ha pagato 2,4 miliardi per il 35% di Cdp Reti e ottenuto il diritto di nominare uno dei membri del consiglio di amministrazione di Terna e Snam.

"(Terna) rende il 6-7% e non è facile trovare qualcosa di simile altrove", ha osservato un analista con base a Londra.

State Grid of China e Terna stanno partecipando, separatamente, alla gara per il 66% dell'operatore di rete greco Admie. Alcuni analisti ritengono che questa doppia partecipazione possa presentare un conflitto di interesse.

PBOC detiene partecipazioni attorno al 2% anche in Enel , Mediobanca, Saipem e Telecom Italia.   Continua...