Da misure aggressive Bce incremento Pil Italia 0,5 punti in 2015-16 - Boi

venerdì 16 gennaio 2015 15:13
 

ROMA, 16 gennaio (Reuters) - Misure aggressive da parte della Bce porterebbero per l'Italia ad un incremento del Pil di altri 0,5 punti nel 2015-2016.

E' quanto sostiene la Banca d'Italia.

"Misure aggressive di sostegno monetario potrebbero contrastare la bassa inflazione e la debolezza dell'attività economica nell'area dell'euro e in Italia. Nelle nostre valutazioni un'espansione del bilancio dell'Eurosistema che si riflettesse in una riduzione dei tassi di interesse sui titoli di Stato a lungo termine pari a 50 punti base e in un deprezzamento dell'euro del 5 per cento nei confronti delle principali valute internazionali, potrebbe determinare, nel biennio 2015-16, un livello del Pil complessivamente superiore di 0,5 punti percentuali per l'Italia e di un ammontare non dissimile per l'area dell'euro; i prezzi al consumo sarebbero più elevati, complessivamente, di circa mezzo punto percentuale sia in Italia sia nell'area dell'euro. Oltre ai due canali diretti qui considerati, ne sarebbero verosimilmente attivati anche altri, non meno importanti ma di difficile quantificazione, quali ad esempio gli effetti sulla fiducia e sulle aspettative di inflazione delle famiglie e delle imprese", dice il Bollettino.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia .