Difesa, al via la vendita di 637 immobili, base d'asta 105 mln

venerdì 16 gennaio 2015 12:22
 

ROMA, 16 gennaio (Reuters) - Al via le procedure per vendere 637 immobili della Difesa con "valore complessivo presunto di oltre 105 milioni".

È stato infatti pubblicato sul sito del Consiglio nazionale del notariato il primo bando d'asta per le dismissioni degli immobili residenziali del ministero della Difesa attraverso la Rete aste notarili (Ran).

Gli immobili si trovano in tredici Regioni: Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto.

Il governo si aspetta di incassare 1,5 miliardi al 2016 dalla cessione degli immobili.

Il ministero della Difesa spiega in una nota che tra il 17 febbraio e l'11 marzo è previsto lo svolgimento delle aste senza incanto, riservate ai dipendenti in servizio del ministero della Difesa.

Il prezzo base degli immobili è stato fissato, in base a quanto previsto dalla legge di stabilità per 2015, "applicando una riduzione del 20% rispetto al valore di mercato", spiega una nota della Difesa.

Il prezzo definitivo sarà poi determinato applicando un'ulteriore riduzione, variabile da un minimo del 10% (per un reddito del nucleo familiare superiore a 65.000,00 euro) a un massimo del 25% (per reddito del nucleo familiare minore o uguale a 43.644,32 euro).

Tra il 12 e il 25 marzo sono previste invece le aste residuali senza incanto, aperte alla partecipazione di tutti i cittadini ed aventi ad oggetto i lotti non aggiudicati con l'asta principale.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia