Enel, per concambio bond quota cash massima 850 mln, possibile riparto

giovedì 15 gennaio 2015 14:38
 

MILANO, 15 gennaio (Reuters) - Potrebbe teoricamente arrivare a circa 850 milioni di euro la componente cash dell'operazione di concambio su bond annunciata ieri Enel , nell'ipotesi comunque improbabile di una totale adesione degli investitori alla proposta.

Agli attuali prezzi di mercato, il controvalore complessivo dei sei bond oggetto dell'operazione di scambio ammonta a circa 6,3 miliardi, a fronte di un valore nominale in circolazione di 5,54 miliardi.

L'operazione prevede che i titoli consegnati vengano scambiati con una quota in cash (variabile a seconda del titolo) e la parte restante con un nuova obbligazione che verrà emessa dall'azienda, di durata attesa decennale.

"Ovviamente non succederà che tutti aderiscono: immagino che la società abbia in mente una cifra per il nuovo bond da emettere e se le adesioni saranno significativamente superiori ci sarà senz'altro un riparto" afferma uno dei lead manger.

I sei titoli oggetto dell'operazione hanno scadenze settembre 2016, luglio 2017, aprile 2018, ottobre 2018, marzo 2020 e luglio 2021. Le quote di cash stabilite per ciascun titolo, come riferiscono i lead manager dell'operazione, sono rispettivamente pari al 27%, al 22%, a zero, al 25,5%, al 9,5% e a zero.

A conti fatti dunque - basandosi sulle attuali quotazioni di mercato e tenendo conto degli spread previsti per il concambio - la parte in cash risulterebbe appunto di massimi 850 milioni, in caso di completa adesione, mentre la parte dell'operazione con nuova carta potrebbe teoricamente arrivare fino a circa 5,45 miliardi.

"L'operazione permette ad Enel di allungare la durata del debito, ma dal punto di vista pratico non presenta molte incertezze: al massimo l'esborso in cash sarà di 850 milioni, ma come detto è una cifra più che altro teorica" aggiunge l'operatore.

Secondo una tabella dei tempi ufficiosa, il prossimo 19 gennaio verrà comunicato lo spread minimo del nuovo bond Enel, mentre l'adesione al concambio sarà possibile fino al 21; il 22 è invece atteso il pricing del nuovo titolo, mentre il tutto avrà regolamento sul 27.

Per quel che riguarda il riacquisto dei 6 bond, Enel offre spread sui tassi Midswap rispettivamente di -5, +10, +12, +15, +32 e +33 punti base cui corrispondono, sempre alle quotazioni odierne prezzi di 106,440, 109,495, 110,611, 109,977, 121,247 e 126,591.   Continua...