Europa ha disperato bisogno di crescita - Katainen

giovedì 15 gennaio 2015 09:19
 

ROMA, 15 gennaio (Reuters) - La nuova Commissione europea guidata da Jean Claude Juncker ha dato "massima priorità" al rilancio degli investimenti perché tutti gli Stati membri hanno "disperatamente bisogno di crescita".

Lo ha detto il vice presidente dell'esecutivo comunitario, Jyrki Katainen, illustrando alla Camera il piano da 315 miliardi che dovrebbe partire "entro la fine del mese di giugno" con il lancio del Feis, il Fondo europeo per gli investimenti strategici.

"In Europa c'è tantissimo denaro ma questi soldi non vengono utilizzati. Occorre quindi impegnarsi per mobilitare i capitali privati", dice Katainen nel corso di un'audizione alla Camera.

Il Feis avrà una dotazione di 21 miliardi, risorse sufficienti a mobilitare 315 miliardi con un effetto moltiplicatore di 15 volte.

In molti hanno espresso dubbi sulla possibilità di attivare una simile leva finanziaria. Katainen ha ribadito la fattibilità del progetto spiegando che il Feis "è analogo alla Banca europea degli investimenti (Bei) ma con una differenza: assumerà una quota di rischio maggiore".

"Se ci saranno perdite su un progetto il fondo subirà la prima perdita, proprio per incoraggiare i privati a investire".

La logica del Feis non è distribuire risorse a fondo perduto "ma prestiti a tassi inferiori a quelli di mercato", aggiunge Katainen.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia