BORSE ASIA-PACIFICO - Rimbalzano con ripresa petrolio, India taglia tassi

giovedì 15 gennaio 2015 08:53
 

INDICE                        ORE  8,35    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     471,46       0,68     467,23
 TOKYO                         17.108,70    1,86     17.450,77
 HONG KONG                     24.342,88    0,96     23.605,04
 SINGAPORE                     3.337,17     0,33     3.365,15
 TAIWAN                        9.165,09     -0,16    9.307,26
 SEUL                          1.914,14     0,03     1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.335,88     3,52     3.234,68
 SYDNEY                        5.331,37     -0,42    5.411,02
 MUMBAI                        28.027,16    2,49     27.499,42
 
    15 gennaio (Reuters) - L'azionario dell'area Asia-Pacifico è in generale
rialzo dopo che il rimbalzo dei prezzi del petrolio e del rame hanno riportato
una certa calma sul mercato e con il dollaro che ha ripreso il terreno che aveva
perso per i deludenti dati sulle vendite al dettaglio negli Usa.
    Le azioni della borsa indiana sono in rally dopo il taglio dei tassi a
sorpresa della Reserve Bank of India. L'indice NSE sale dell'1,8%.
    Intorno alle 8,30 italiane, l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, sale dello 0,6% a 471 punti circa,
mentre la Borsa giapponese ha guadagnato l'1,9%, segnando il massimo rialzo
giornaliero da quattro settimane.
    Le azioni in Australia, pesantemente dipendente dall'export di
risorse naturali, hanno perso lo 0,4%, mentre a Seul, l'indice Kospi 
arretra marginalmente, vicino alla parità.
    Da Seul arriva anche la smentita di Samsung Electronics Co Ltd 
che ha detto di non aver piani per comprare la canadese Blackberry Ltd,
negando una notizia diffusa da Reuters.
    "Le notizie dell'acquisizione sono prive di fondamento" ha detto a Reuters
una portavoce Samsung.
    Secondo una persona vicina al dossier di recente Samsung avrebbe offerto di
comprare BlackBerry per 7,5 miliardi di dollari.
    Blackberry ha detto in una nota di non avere in corso alcuna trattativa con
Samsung per offerte di acquisto.
    SHANGHAI  brilla con una chiusura in rialzo del 3,5% dell'indice
Shanghai Composite Index, la più forte dal 5 gennaio. Gli investitori si
aspettano altre decisioni di stimolo per l'economia dopo i deludenti dati sul
credito bancario, cresciuto assai meno delle attese che il mercato aveva dopo il
taglio a sorpresa dei tassi fatto dalla banca centrale alla fine dello scorso
anno.    
    Tra i più trattati a Shanghai, Bank Of China è salita del 6,3%,
mentre a Shenzhen, Guosen Securities ha guadagnato il 10%.
    La borsa di HONG KONG sale dell'1% con Prada che guadagna
lo 0,3%.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia