Borsa Usa in calo, debolezza greggio pesa su titoli energia

lunedì 12 gennaio 2015 16:35
 

NEW YORK, 12 gennaio (Reuters) - Inizio di seduta in calo per Wall Street, appesantita dalla debolezza del settore energetico sull'onda del nuovo ribasso dei prezzi del petrolio.

Brent e greggio Usa sono in calo di oltre il 4% dopo che Goldman Sachs ha abbassato le stime di breve termine sulle quotazioni e dai produttori del Golfo non giunge alcun segnale di una prossima riduzione della produzione.

Il comparto energia dell'S&P perde intorno al 3%.

"Gli investitori hanno molte altre cose a cui pensare, come i tempi della stretta monetaria della Fed, l'ipotesi di uscita della Grecia dall'euro, la possibilità di un quantitative easing della Bce, ma in realtà siamo sempre concentrati o sui prezzi dell'energia o sui risultati societari che presto inizieranno a uscire", commenta Art Hogan, strategist di Wunderlich Securities a New York.

Oggi partirà la stagione delle trimestrali con i dati di Alcoa a borsa chiusa. Nella settimana sono attesi quelli di JPMorgan Chase, Wells Fargo, Goldman Sachs e Citigroup, Intel <INTC.O >.

Intorno alle 16,20 il Dow Jones perde lo 0,6%, l'S&P 500 cede lo 0,83% e il Nasdaq scede dello 0,8%. Dal massimo storico del 29 dicembre l'indice S&P ha perso il 2,2%.

Balza di oltre l'8% NPS Pharmaceuticals dopo che Shire ha stretto un accordo per rilevare la società per 5,2 miliardi di dollari.

Guadagna oltre il 100% Foundation Medicine di cui Roche Holding acquisterà una quota di maggioranza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia