Borsa Milano positiva a fine mattina con Europa, giù Saipem, Carige

lunedì 12 gennaio 2015 12:22
 

MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Piazza Affari si muove al rialzo a fine mattina seguendo l'onda dei mercati europei e recuperando parte delle perdite della vigilia in un clima che resta improntato alla massima cautela.

All'incertezza della situazione in Grecia e ai continui cali del greggio si è aggiunta venerdì la possibilità che la Bce chieda requisiti patrimoniali minimi più alti di quelli previsti per le banche europee.

"C'è, come sempre, molta volatilità. O si va giù al massacro o si va su recuperando una parte di quanto perso. La verità è che c'è massima incertezza", dice un trader.

Alle 12,15 l'indice FTSE Mib sale dell'1,01%, l'Allshare dello 0,92%. Volumi per 805,6 milioni di euro.

Spicca il calo di SAIPEM che cede oltre 6% con volumi un po' più alti della media. Il titolo risente del nuovo calo del greggio e del taglio da parte di alcuni broker del giudizio e del target price. "Il motivo principale è tuttavia la mancanza di visibilità, non si capisce cosa succederà", spiega però un trader. Il calo del greggio risparmia ENI, mentre impatta su TENARIS.

Tra bancari contrastati CARIGE si muove al ribasso dopo l'impugnazione da parte di Consob del bilancio 2013. Secondo gli analisti i rilievi della commissione non hanno impatti sul capitale ma la notizia offre lo spunto per realizzi su una performance da inizio anno positiva di oltre il 18%.

Positive nell'ordine di +1% le big UNICREDIT e INTESA SANPAOLO, mentre è cedente MPS. "Finché non si troverà una soluzione, nessuno scommette sul titolo", spiega il trader. Deboli a macchia di leopardo alcune popolari come BANCO POPOLARE e POPOLARE EMILIA . "Il timore - spiega il trader - è che le nuove richieste di ratio minimi della Bce possano rendere necessari nuovi aumenti di capitale".

Debole BANCA ETRURIA : nel weekend la banca ha annunciato che il Tier 1 ratio è sotto il minimo del 6% previsto dalla normativa per il 2015.

Ben comprata ATLANTIA sulle indiscrezioni stampa di un'apertura a investitori anche del capitale di Autostrade per l'Italia. Un'operazione che "ha senso" - secondo un analista - "visto l'atteso incremento dei dividendi che il gruppo pagherà nei prossimi anni".   Continua...