Carige, in forte calo su realizzi dopo impugnazione Consob bilancio 2013

lunedì 12 gennaio 2015 11:37
 

MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Banca Carige è in deciso calo interrompendo la serie di sette sedute di rialzi dopo la notizia che la Consob ha deciso di impugnare il bilancio 2013, analogamente a quanto fatto sui conti 2012, contestando la contabilizzazione di alcune poste.

Secondo gli analisti i rilievi, già recepiti dalla banca negli ultimi bilanci, non hanno impatti sostanziali sul capitale dell'istituto ma la notizia offre lo spunto per fare scattare i realizzi sul titolo dopo la recente corsa.

Attorno alle 11,15 Carige segna un calo del 7% a 0,0646 euro a fronte di un rialzo dell'1,2% circa del FTSE Mib e dell'1% dell'indice dei bancari italiani.

I volumi sono intensi con 36,5 milioni di pezzi, a fronte di 38,6 milioni mediamente trattati nelle ultime trenta sedute, valore che però sale a 92,5 milioni se calcolato nelle ultime cinque giornate.

Nelle ultime sette sedute Carige ha messo a segno un rialzo del 29,6% spinta dalle speculazioni sull'interesse del fondo Investindustrial di Andrea Bonomi ad entrare nel capitale delle banca, rilevando una quota dalla Fondazione Carige che non ha le risorse per sottoscrivere l'aumento di capitale fino a 700 milioni chiesto dalla Bce.

"Al di là della validità dei rilievi formali della Consob sui bilanci passati, dal punto di vista sostanziale la rappresentazione contabile del patrimonio di gruppo è già stata oggetto di significative rettifiche negli ultimi esercizi", sottolinea un broker.

Anche Equita Sim ricorda che dopo le contestazioni della Consob già effettate sul bilancio 2012 "la nuova gestione del CEO Montani ha successivamente provveduto a svalutare partecipazioni e goodwill. Non vediamo quindi impatti sul capitale di Carige".

Con un comunicato diffuso venerdì sera Carige ha reso noto di avere ricevuto dalla Consob la notifica di un atto di citazione per un procedimento civile, presso il Tribunale di Genova, avente ad oggetto la richiesta di annullamento della delibera assembleare del 30 aprile 2014 di approvazione del bilancio di esercizio della banca al 31 dicembre 2013.

La Commissione contesta la non conformità del bilancio 2013 ad alcuni principi contabili e non condivide come la banca ha recepito le osservazioni fatte sulle modalità di contabilizzazione degli avviamenti e delle partecipazioni bancarie e assicurative sul bilancio 2012.   Continua...