Monetario, tassi tornano in positivo su riduzione eccesso

venerdì 23 gennaio 2015 12:44
 

MILANO, 23 gennaio (Reuters) - Tassi a brevissimo in positivo a causa della sensibile diminuzione dell'eccesso eccesso di liquidità questa settimana, mentre per i primi effetti del quantitative easing sul mercato monetario bisognerà attendere almeno fino a marzo.

Complici i riversamenti fiscali italiani - stimati in 209-23 miliardi di euro tra martedì e oggi - l'eccesso di liquidità nel sistema si è portato a 130-135 miliardi dai 185 della settimana precedente.

"I tassi sono passati in positivo a metà settimana: la riduzione dell'eccesso è stata consistente, dovuta principalmente a fattori autonomi, sia italiani sia europei" afferma un tesoriere da Milano.

Attorno alle 12,30, su General Collateral Italia, l'overnight scambia a 0,01%, il tom/next a 0,08% e lo spot/next a 0,05%.

"Nel breve non escludo qualche altro momento di relativa tensione sul brevissimo, anche se ovviamente in prospettiva si va verso una stabilizzazione in negativo", prosegue il tesoriere.

Si è invece quasi compensata la cifra dei rimborsi Ltro con l'aumento delle richieste al finanziamento principale: a fronte dei 13,864 miliardi di liquidità rientrata questa settimana, i fondi collocati nel p/t settimanale sono aumentati di oltre 11, a 125,256 miliardi.

Intanto per la prossima settimana la Bce ha annunciato che rientreranno fondi per complessivi 14,838 miliardi .

Quella odierna era l'ultima finestra disponibile per il rimborso anticipato dei fondi sul primo Ltro, in scadenza il 29 gennaio; il secondo Ltro rientrerà invece il 26 febbraio. Tenuto conto dei dati odierni, in circolazione restano 38,791 miliardi sul primo (che verranno rimborsati a scadenza) e 128,338 miliardi sul secondo.

"La cifra residua del primo Ltro verrà trasferita sul finanziamento trimestrale, ma nelle ultime settimane le banche si erano già mosse per trasferire fondi sul ciclo settimanale", afferma il tesoriere.   Continua...