9 gennaio 2015 / 17:33 / tra 3 anni

Santander punta su crescita in Gb e Usa dopo aumento capitale

MADRID/LONDRA, 9 gennaio (Reuters) - Il numero uno di Santander Ana Botin probabilmente punterà su Gran Bretagna, Stati Uniti e Spagna per accelerare sulla crescita dopo aver raccolto 7,5 miliardi di euro in quello che è stato il maggiore collocamento di azioni effettuato in Europa.

L‘aumento di capitale inoltre riduce la probabilità di uno spin-off e della quotazione separata delle attività britanniche, dal momento che l‘istituto ha ora minore necessità di raccogliere capitali attraverso la cessione di parte del business, spiegano alcuni bancheri.

Il titolo Santander oggi ha chuso in calo del 14,09% a 5,89 euro, dopo che ieri ha colllocato 1,26 miliardi di nuove azioni a 6,18 euro per azione, con uno sconto di circa il 10% rispetto alla precedente chiusura.

L‘istituto ha inoltre deciso di ridurre il dividendo per rimuovere ogni dubbio sulla sua forza patrimoniale.

Ana Botin, succeduta al padre Emilio circa quattro mesi fa, sottolinea la determinazione a puntare sulla crescita.

“L‘obiettivo di questa transazione è accelerare i nostri piani di crescita organica”, ha spiegato in una nota allo staff.

Botin ha quindi sottolineato che i mercati in cui opera Santander dovrebbero crescere mediamente di oltre il 3% e la banca intende trarne vantaggio aumentando i prestiti e la fidelizzazione dei suoi 100 milioni di clienti.

Secondo i banchieri, Botin probabilmente punterà sulla Gran Bretagna e sugli Stati Unti, entrambi in crescita, ma anche su Spagna e Portogallo. La banca vuole aumentare i propri risk-weighted asset di circa il 6% nel 2015, pari a circa 35 miliardi di euro, attraverso maggiori prestiti per esempio.

Santander ha stimato che il proprio core capital ratio (sulle basi di Basilea III) raggiungerà quasi il 10% quest‘anno e sarà pari al 10-11% entro il 2016.

Secondo alcuni analisti la mossa di Santander potrebbe spingere altre banche a fare lo stesso.

Santander ha detto che non intende usare il capitale per finanziare acquisizioni. Tuttavia la notizia della ricapitalizzazione aveva portato a speculazioni in questo senso, con Mps e la portoghese Novo Banco visti come possibili target.

Ieri il titolo Mps è salito di circa il 12%, ma oggi ha perso l‘8,63%.

Il quotidiano spagnolo El Confidencial, citando una fonte di mercato anonima, ha scritto che è stata la pressione esercitata dalle autorità di vigilanza europee a spingere la banca all‘aumento, ma l‘istituto ha negato di essere stata spinta dalla Bce.

Secondo una fonte vicina alla situazione, il collocamento ha registrato una domanda pari a circa 15 miliardi di dollari di nuove azioni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below