PUNTO 4-Banche, Bce alza soglie requisiti capitale, per Mps CET1 a 14,3%

venerdì 9 gennaio 2015 18:45
 

(Aggiunge dettagli da fonte di settore)

di Stefano Bernabei e Gianluca Semeraro

ROMA/MILANO, 9 gennaio (Reuters) - La Bce ha alzato le soglie minime per i requisiti patrimoniali delle banche sotto la sua supervisione fissando livelli di CET1 ad hoc per ciascun istituto con il rischio che le banche sacrifichino l'erogazione del credito a favore di investimenti computabili nel capitale.

La decisione è stata presa nell'ambito del Supervisory review and evaluation process (Srep) che fino all'anno scorso era effettuato dalle singole banche centrali nazionali, mentre da quest'anno spetta alla Bce per gli istituti passati sotto la sua diretta supervisione.

I singoli istituti hanno tempo fino al 16 gennaio per inviare le proprie controdeduzioni, mentre una risposta della Bce è attesa entro fine mese.

Secondo una fonte vicina ai lavori "sarà un processo di discussione senza margini elevatissimi".

Mps ha confermato di aver ricevuto la lettera con l'indicazione di un CET1 minimo del 14,3% e ha sottolineato che il processo non è ancora concluso e "soggetto a significativi cambiamenti" dopo il confronto con la Bce.

La banca senese ha un elevato ammontare di crediti deteriorati che potrebbero essere svalutati nell'ultimo trimestre del 2014, con una pulizia di bilancio che finirebbe per alleggerire probabilmente le necessità sul 2015.

E secondo una fonte di settore infatti sarebbe proprio questo il nodo della discussione in corso tra le banche vigilate e Francoforte: "le banche - spiega - che decidono di recepire tutte le perdite nel bilancio 2014 chiedono che questa soglia si riduca in proporzione per evitare un double counting". In altre parole queste banche chiedono che il loro obiettivo patrimoniale sia ridotto in proporzione alle perdite fatte emergere.   Continua...