Borsa Milano estende i rialzi, forti banche, corre Campari

giovedì 8 gennaio 2015 13:10
 

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Piazza Affari estende i rialzi in linea alle altre borse europee, in un mercato che sfrutta la buona chiusura di Wall Street ieri e le attese di un rialzo oggi per recuperare terreno.

Il sentiment è migliorato sulla scia degli spunti positivi emersi dalle minute della Fed, di un relativo allentamento delle tensioni per la Grecia e per la tenuta delle quotazioni del greggio che oggi interrompono un calo che durava da quattro settimane. Elementi che sui mercati pesano di più rispetto ai timori legati all'attacco del terrorismo islamico.

"Il consensus del mercato si sta ormai posizionando verso l'attesa di un annuncio delle Bce sul QE nella riunione del 22 gennaio", osserva un trader.

Le aspettative sono cresciute dopo i dati Eurostat di ieri che hanno fotografato la caduta in deflazione della zona euro, mentre dagli indicatori di oggi emergono segnali contrastanti.

Deludono infatti le attese i dati sugli ordini all'industria tedeschi mentre sono sostanzialmente il linea al consensus quelli sull'economic sentiment di dicembre - invariato - e migliori del previsto quelli sulle vendite al dettaglio di novembre, mese in cui prosegue la caduta dei prezzi alla produzione.

Poco dopo le 13,00 l'indice FTSE Mib sale del 2,2% mentre l'Allshare guadagna il 2%%, a fronte di un rialzo dell'1,9% dell'indice benchmark europeo FTSEurofirst .

I derivati sulla borsa Usa indicano un avvio positivo a Wall Street cos' come i futures sull'azionario milanese confermano la buona tendenza della mattinata.

Gli indici di Piazza Affari sono sostenuti principalmente dai bancari, ben comprati dopo la recente debolezza. Un trader cita l'allentamento delle incertezze sulla Grecia.

Nel FTSE Mib MPS, UNICREDIT, POP EMILIA e POP MILANO segnano rialzi sopra il 3%, in un settore bancario che in Italia sale del 3% e in Europa di quasi il 2%.   Continua...