Borsa Milano si rafforza dopo dato inflazione zona euro

mercoledì 7 gennaio 2015 12:16
 

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Piazza Affari accelera dopo il dato sull'inflazione della zona euro, scesa oltre le attese del mercato.

La stima flash Eurostat relativa a dicembre ha infatti mostrato un tasso tendenziale in calo dello 0,2%, rafforzando la prospettiva di una mossa espansiva da parte della Bce in occasione del prossimo consiglio sui tassi del 22 gennaio.

In Italia l'inflazione a dicembre è rimasta invariata.

Intorno alle 12,10 l'indice FTSE Mib, che a metà mattina era passato in negativo sulla scia del peggioramento dell'azionario greco, guadagna l'1,47%. Volumi per un controvalore di 1,3 miliardi di euro. In Europa il FTSEurofirst avanza dell'1,09%.

Rimbalza ENI (+2,88%), aiutata dai deboli segnali di ripresa del greggio, passato da poco in positivo dopo le perdite della mattina, che l'avevano portato brevemente sotto i 50 dollari al barile. Positiva anche SAIPEM (+1,5%), mentre TENARIS limita i guadagni allo 0,5%.

Continua la performance positiva di FIAT CHRYSLER (+2,8%). I dati sul mercato brasiliano, secondo un broker, sono stati complessivamente migliori delle attese. Le auto hanno sottoperformato rispetto al mercato, ma i veicoli commerciali sono andati meglio. Il broker dice però di restare cauto sul 2015.

In rialzo anche BUZZI (+3,6%): secondo un trader il titolo rimbalza da un importante supporto. Positivi anche gli altri titoli del comparto, con ITALCEMENTI che sale del 2,7% e CEMENTIR del 5%.

ATLANTIA sale del 3,18%. Oggi MF ritorna sulle indiscrezioni di un interesse del fondo di Abu Dhabi, Adia, per Adr. Secondo il quotidiano Adia sarebbe preferito rispetto ad altri concorrenti, ovvero fondi infrastrutturali e fondi sovrani del Medio Oriente.   Continua...