Fabbisogno 2014 a 76,8 mld, -3,5 mld su 2013 - Tesoro

venerdì 2 gennaio 2015 19:16
 

ROMA, 2 gennaio (Reuters) - Sulla base dei dati preliminari del mese di dicembre, il fabbisogno del settore statale nel 2014 si attesterebbe sui 76,8 miliardi, con un miglioramento di 3,5 miliardi rispetto al risultato del 2013.

E' quanto si legge in una nota del Tesoro.

Nel confronto con lo scorso anno, il risultato positivo è legato a una contenuta dinamica della spesa, in presenza di una flessione degli incassi fiscali imputabile, tra l'altro, alle compensazioni dei datori di lavoro per l'erogazione del cosiddetto "bonus 80 euro". Dal lato dei pagamenti si registra una maggiore spesa per interessi sul debito dovuta al diverso profilo di rimborso delle cedole e minori pagamenti per operazioni finanziarie. In particolare, nel 2013 erano stati effettuati pagamenti per la partecipazione all'aumento di capitale a favore della Banca Europea per gli Investimenti e per la sottoscrizione di strumenti finanziari a favore del Monte dei Paschi di Siena.

Nel mese di dicembre l'avanzo del settore statale è stimato, in via provvisoria, in 5,1 miliardi, che si confronta con i 15,58 miliardi realizzati nel dicembre 2013. Nel confronto con lo stesso mese dell'anno precedente si registra una riduzione degli incassi fiscali, che sconta i minori versamenti da parte dei soggetti esercenti attività finanziarie, creditizie e assicurative per i quali nel dicembre 2013 erano state incrementate le aliquote Ires e Irap. Si segnalano inoltre: un incremento dei prelevamenti dai conti di tesoreria, dovuti anche ai pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione, maggiori pagamenti per interessi sul debito pubblico per una diversa calendarizzazione delle scadenze, nonché maggiori contributi al bilancio comunitario.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia