Borsa Milano chiude in calo, in 2014 FTSE Mib +0,29%

martedì 30 dicembre 2014 18:10
 

MILANO, 30 dicembre (Reuters) - Piazza Affari termina l'ultima seduta del 2014 in calo con scarsi volumi e movimenti scarsamente significativi e in gran parte dettati da sistemazioni di fine anno.

Sui mercati europei pesa l'incertezza per le elezioni anticipate in Grecia e i nuovi minimi dei prezzi del petrolio ma la borsa milanese si comporta meglio delle altre piazze europee grazie alla tenuta dei bancari dopo le perdite della vigilia.

L'indice FTSE Mib cede lo 0,62% a 19.011,96 punti mentre l'Allshare chiude a -0,58% a fronte di perdite di oltre un punto percentuale di Londra, Francoforte e Parigi

Volumi vacanzieri a poco oltre un miliardo di euro.

Il 2014 si chiude per Piazza Affari con un saldo lievemente postivo, frutto della buona performance del primo trimestre poi quasi annullato dagli andamenti negativi dei trimestri successivi, soprattutto l'ultimo.

Nell'anno il FTSE Mib ha guadagnato lo 0,29%, dopo una perdita dell'8,9% registrata dell'ultimo trimestre e un -13,2% negli ultimi nove mesi.

Milano fa peggio di Francoforte che archivia l'anno con +2,7% e Madrid (+3,8%) ma meglio di Londra (-3% circa, domani sarà aperta per metà giornata), e Parigi (-1,2%).

"Nei primi tre mesi dell'anno Piazza Affari ha beneficiato di forti flussi di capitali provenienti dall'estero e soprattutto sui bancari, complice la chiusura dello spread", sottolinea un gestore di una private bank italiana.

Tra i fattori positivi "la percezione positiva sul nuovo governo renzi e il sentiment negativo sui mercati emergenti che hanno dirottato i grossi fondi sulla periferia dell'eurozona", aggiunge.   Continua...