December 23, 2014 / 12:12 PM / 3 years ago

PUNTO 1-Tesoro punta ad allungamento debito in 2015, valuta emissioni dlr

4 IN. DI LETTURA

* Possibile riduzione emissioni 3 e 5 anni in segmento Btp

* Ricorso a Bot "leggermente più pronunciato" in 2015

* Scadenza Btp Italia potrebbe salire sopra 6 anni

* Tesoro riconsidera finestra istituzionali in Btp Italia (Aggiunge dettagli)

MILANO, 23 dicembre (Reuters) - Il Tesoro punta ad un allungamento della vita media del debito pubblico nel corso del 2015, anno che vedrà anche il lancio di almeno un nuovo Btp Italia, nonché la possibilità di un ritorno ad emissioni in dollari.

È quanto comunica il Tesoro nelle Linee guida della gestione del debito per il 2015.

"Dopo un anno in cui la vita media del debito (...) ha sostanzialmente terminato la sua discesa, nel 2015 l'obiettivo è di incrementarla" si legge nel documento che, a tal fine, indica una possibile riduzione nel segmento dei Btp delle emissioni a 3 e 5 anni.

Il 2015 vedrà comunque una "presenza significativa" sul mercato monetario, in particolare sui Bot, con volumi di emissione che dovrebbero portare ad uno stock simile a quello di fine 2014: dopo che quest'anno lo stock di Bot è stato ridotto di oltre 15 miliardi, "nel 2015 il ricorso agli strumenti a breve termine potrà essere leggermente più pronunciato, anche per via delle maggiori scadenze a medio-lungo termine che caratterizzano l'anno".

Almeno Un Btp Italia Per Retail in 2015

Il Tesoro preannuncia poi possibili novità sui Btp Italia.

"Almeno un'emissione" verrà garantita per il retail nel 2015, con caratteristiche analoghe alle ultime due, ma con una scadenza che potrà superare i sei anni se le condizioni di mercato lo consentiranno. Tuttavia il Tesoro valuterà se confermare una finestra di emissione per gli istituzionali, oppure individuare per essi un prodotto specifico, con scadenza più lunga e "un meccanismo di indicizzazione uguale ai Btp Italia o ai Btpei", da collocare mediante sindacato.

Finanziaria 2015 Sostiene Condizioni Emissioni in Dlr

Altre novità potrebbero arrivare dalle emissioni sui mercati internazionali, alla luce anche dell'atteso miglioramento dei costi di esecuzione delle coperture, effettuate attraverso operazioni di cross currency swap, e del "significativo" ammontare delle scadenze 2015 (6,5 miliardi di dollari nel solo comparto Global).

"Si ritiene che il rinnovato interesse degli investitori istituzionali per nuove emissioni in dollari (...) potrebbe concretamente sostenere un ritorno su tale mercato nel corso del prossimo anno" spiega il Tesoro, sottolineando che la legge di Stabilità 2015, attraverso la possibilità di stipulare accordi bilaterali di garanzia, fornisce uno strumento per la riduzione del rischio di controparte e il miglioramento delle condizioni di emissione sui mercati internazionali.

Infine, il Tesoro sottolinea che anche nel prossimo anno saranno proposte "con continuità" operazioni di concambio e buyback, al fine di ridurre i volumi in scadenza nei prossimi anni, gestire eventuali eccedenze di cassa e venire incontro a potenziali esigenze del mercato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below