Btp lievemente indeboliti, pesa nuovo voto Grecia e attesa dati Usa

martedì 23 dicembre 2014 12:23
 

Secondario italiano poco sotto i massimi di ieri, con una
frazionale divaricazione del premio di rendimento nei confronti
della controparte Bund in un'atmosfera in cui tende lievemente a
sfumare la marcata predisposizione al rischio che ha distinto la
sessione di ieri.
    A mantenere il mercato sulla difensiva è stato il secondo
giro delle consultazioni parlamentari elleniche sul presidente -
fallito come quello della scorsa settimana -
insieme al fuoco di fila di numeri macro in arrivo dagli Usa nel
primo pomeriggio.
    Dal lato macro sono arrivati nel frattempo gli aggiornamenti
sul Pil francese e britannico nei tre mesi al 30 settembre
scorso, confermato il primo e corretto al ribasso - ma soltanto
a perimetro annuo - il secondo, al cui ordine di grandezza in
termini di crescita il primo non è paragonabile.
    "In fasi di liquidità ridotta come nei giorni di Natale e
fine anno basta davvero poco a muovere i prezzi... è vero che le
implicazioni del voto greco sono del tutto marginali per
l'Italia" commenta un operatore.
    Si guarda del resto anche agli sviluppi sul fronte russo,
rublo in testa ma anche l'irrisolta situazione della crisi
ucraina.
    La banca centrale russa ha offerto ieri il primo pacchetto
di salvataggio da mettere in relazione alla svalutazione
verticale del cambio, erogando fino a 540 milioni di dollari a
favore di Trust Bank, istituto di credito di medie dimensioni
che passa così sotto la supervisione diretta della banca
centrale.
    Passando infine al primario, è giunto ieri sera a mercato
chiuso l'annuncio relativo all'asta di lunedì prossimo - 7
miliardi di Bot a sei mesi insieme a 2-2,5 miliardi della
settima tranche del Ctz 30 agosto, entrambi a valuta 2015,
mentre questa sera è il turno della comunicazione di medio-lungo
per martedì 30, in cui dovrebbero venire riaperti i benchmark
Btp a cinque e dieci anni eventualmente accompagnati dal Ccteu.
    Con l'approssimarsi del fine anno, come di consueto, appena
pubblicato anche il nuovo documento sulle 'linee guida' per la
gestione del debito nel 2015. 
        
 ========================== 12,10 ============================
 FUTURES BUND MARZO                   155,19   (+0,14)   
 FUTURES BTP MARZO                    134,80   inv.      
 BTP 2 ANNI (AGO 16)                  101,821  (-0,020)  0,566%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 105,123  (-0,014)  1,939%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 128,975  (+0,147)  3,251%
 ======================== SPREAD (PB)=========================
    
                                                     PRECEDENTE
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          157         159
 BTP/BUND 2 ANNI                                 67          67
 BTP/BUND 10 ANNI                               136         134
 minimo                                       135,2       133,5
 massimo                                      137,1       135,9
 BTP/BUND 30 ANNI                               184         183
 BTP 10/2 ANNI                                137,3       137,6
 BTP 30/10 ANNI                               131,2       131,9
 ==============================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia