Monetario, o/n sotto zero, eccesso liquidità sale a circa 200 mld

venerdì 19 dicembre 2014 12:29
 

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - Tassi a brevissimo sotto zero sull'interbancario sia repo che cash, a fronte di un eccesso di liquidità salito di un centinaio di miliardi questa settimana, con il regolamento della seconda Tltro e delle operazioni di rifinanziamento settimanali e trimestrali .

"L'aumento dell'eccesso di liquidità si è fatto sentire e a metà settimana il brevissimo è scivolato in negativo e lì è rimasto", dice un tesoriere, che quantifica in circa 200 miliardi il livello della liquidità oltre le esigenze del sistema.

Intorno alle 12,10 l'o/n è allineato in area -0,05% su cash e repo, e le uniche tensioni in vista sono quelle legate allo scavalco della fine dell'anno.

"A mio avviso potremo vedere i tassi salire intorno allo 0,15%, per poi rientare nei giorni immediatamente successivi", dice un secondo operatore.

A tenere i tassi schiacciati sotto zero la prospettiva di una nuova iniezione di liquidità da parte della Bce, che già a gennaio potrebbe rompere gli indugi e varare un programma di acquisto di titoli di Stato.

Sebbene le modalità siano ancora da definire e restino dei nodi irrisolti, allargare il quantitative easing ai bond sovrani sembra essere l'unico modo per rispettare l'impegno di aumentare il bilancio di 1.000 miliardi, nel tentativo di contrastare il mix di bassa crescita e inflazione che attanaglia la zona euro.

Con le sottoscrizioni perfezionate la settimana scorsa è salito a 24,756 miliardi l'importo totale degli acquisti di covered bond, e a 788 milioni quello degli Abs.

Con l'approssimarsi della fine dell'anno, periodo in cui la liquidità tende a diventare più preziosa, rallenta il ritmo dei rimborsi dei vecchi fondi triennali Ltro, erogati in due tranche tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012 a Francoforte, e in scadenza a fine gennaio e a fine febbraio.

Dopo il maxi rimborso da 40 miliardi restituito la settimana scorsa, la prossima rientreranno poco più di 7 miliardi, contro gli 11,5 previsti da Reuters in un sondaggio.   Continua...