Borsa Milano in calo, mentre europa sale, pesano le banche, Mps cede 3,4%

venerdì 19 dicembre 2014 11:41
 

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - Dopo un avvio positivo, Piazza Affari vira al ribasso, penalizzata soprattutto dall'andamento dei titoli bancari: ieri S&P, in linea con la riduzione del rating sovrano compiuto un paio di settimane fa, ha tagliato il giudizio sul debito di alcune banche.

Intorno alle 11,30 l'indice FTSE Mib perde lo 0,60% circa, l'AllShare lo 0,45%. L'indice benchmark europeo FTSEurofirst sale dello 0,11%. Volumi di poco superiori a 1,4 miliardi di euro.

"Se vogliamo trovare un motivo che spieghi la discesa delle banche oggi è la decisione di S&P ieri", dice un trader. Fanno meglio gli altri mercati europei sulla scia dei nuovi massimi toccati dagli indici Usa.

Fra le banche MPS, la peggiore, cede oltre il 3% con un quotidiano che torna a parlare di possibili ulteriori consistenti accantonamenti nel quarto trimestre. Secondo Icbpi, "le generiche indiscrezioni sulle rettifiche su crediti del quarto trimestre sembrano irrilevanti e scontate", sottolineando che il mercato al momento "resta assai cauto e il titolo continua a sottoperformare il settore in vista di un nuovo consistente e diluitivo aumento di capitale".

Giù le big INTESA SP e UNICREDITO in calo fra l'1,4 e l'1% e MEDIOBANCA in discesa dell'1,24%. I rating di queste tre banche sono stati ridotti a BBB-.

Fra le popolari POP EMILIA perde il 2,16%. Ieri sera l'agenzia S&P's ha rivisto il rating a lungo termine della banca a BB- da BB.

TENARIS perde l'1,13% sul taglio del prezzo obiettivo da parte di Goldman Sachs a 11,9 da 13,6 euro.

Sul fronte dei rialzi, bene SAIPEM che sale dell'1,33% sulla scia dell'upgrade di Goldman Sachs che ha portato la raccomandazione a BUY da NEUTRAL con prezzo obiettivo rivisto a 11,4 euro da 10,30 precedente. Inoltre, la banca d'affari ha aggiunto Saipem nella Conviction Buy list. Lieve rialzo per ENI, mentre ENEL cede lo 0,2%.

Nel lusso spunti su FERRAGAMO, che avanza dell'1,7% e su YOOX (+0,94%).   Continua...