Stabilità, gioco Lotto andrà in gara nel 2015, base d'asta 700 milioni

giovedì 18 dicembre 2014 12:13
 

ROMA, 18 dicembre (Reuters) - La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento del governo alla legge di stabilità che anticipa di un anno al 2015 la gara per riassegnare la concessione del gioco del lotto, detenuta fino all'8 giugno 2016 dal gruppo Gtech.

La durata della nuova concessione sarà di 9 anni (non rinnovabili) e la selezione si baserà sul criterio dell'offerta più vantaggiosa con una base d'asta per le offerte al rialzo di 700 milioni.

Di questa somma, 350 milioni saranno conteggiate dal Tesoro come maggiori entrate nel 2015, 250 milioni nel 2016 e 100 milioni (oltre ai possibili rialzi) nel 2017.

La norma inoltre riduce l'aggio al 6% della raccolta (dal 6,36% medio attuale), il che, stima la relazione tecnica che accompagna l'emendamento, dovrebbe comportare una maggiore entrata erariale stimata in almeno 20 milioni di euro annui a partire dall'effettiva assunzione del servizio di gioco da parte dell'aggiudicatario, che sarà il 9 giugno 2016.

Gtech, che allora si chiamava Lottomatica, gestisce il Lotto dal 1998.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia