18 dicembre 2014 / 09:39 / tra 3 anni

Ue, Corte di giustizia apre a possibilità di brevettare alcune staminali

BRUXELLES, 18 dicembre (Reuters) - Un organismo non in grado di svilupparsi in essere umano non è un embrione umano e può essere brevettato.

Lo ha stabilito la Corte di giustizia europea, aprendo le porte alla possibilità di brevettare alcune cellule staminali nell‘Unione europea.

Il tribunale si è pronunciato su un caso presentato dalla società Usa International Stem Cell Corporation in Gran Bretagna, sulla possibilità di brevettare i processi relativi all‘uso di ovuli umani.

“Il mero fatto che un ovulo umano attivato partenogeneticamente inizi un processo di sviluppo non è sufficiente per essere considerato un ‘embrione umano’”, sostiene la Corte.

Il tribunale ha aggiunto di lasciare che siano i giudici britannici a determinare se gli organismi usati da Isco rientrino in questi criteri.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below