Borsa Milano apre debole con banche e settore oil, broker spinge A2A

mercoledì 17 dicembre 2014 09:16
 

MILANO, 17 dicembre (Reuters) - Piazza Affari torna a scendere dopo il rimbalzo di ieri condizionata come il resto d'Europa dalla debolezza del settore energetico e finanziario.

Poco dopo le 9 il FTSEMib cede lo 0,9%, l'Allshare lo 0,84%, in linea com l'indice europeo FTSEUrofirst 300 che scende dello 0,7%.

In netto calo le banche, a Milano (-1,6%) come in Europa (-1,2%), in un mercato che resta nervoso per la crisi finanziaria russa. INTESA SP cede più del 2%, UNICREDIT più dell'1%. Vendite più contenute per MPS e CARIGE.

Debole il settore energetico per via della continua discesa del greggio. Le quotazioni sono sopra i minimi segnati nei primi minuti grazie al leggero miglioramento registrato dai prezzi del petrolio, con il Brent che rimbalza ora leggermente sopra i 60 dollari/barile. ENI cede lo 0,6%, SAIPEM l'1,8%, il settore europeo scende dello 0,3%.

Spunti al rialzo su A2A promossa a "buy" da Goldman Sachs.

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Borsa Milano apre debole con banche e settore oil, broker spinge A2A | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,006.46
    -0.42%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,836.31
    -0.33%
  • Euronext 100
    944.40
    -0.13%